Un’idea leggera che va bene per tutti i giorni, non è così difficile da fare, basta avere lo spago da arrosti, ma se fate questo rotolino in versione involtino basterà un semplice stuzzicadenti.
Dato che la salute passa dal piatto è bene ogni tanto alleggerire le ricette, fare cotture poco unte ed aiutarsi con le spezie.
Questo rotolino non è proprio super light ma una via di mezzo. Perché credo che la dieta va fatta in maniera graduale o insomma, dieta o no, questo piatto è sano e leggero. Con gusto però!


Ingredienti per 2 persone

4 fettine di petto di tacchino non troppo fini (il classico pacco di petto di tacchino da supermercato)
spinaci freschi
pecorino
montasio (o formaggio Asiago)
1 cipollotto
qualche fettina di lardo (o speck)
Olio Extra Vergine di Oliva
sale
brodo vegetale

Per impiattamento:

4 cucchiai di Yogurt greco
riduzione di aceto balsamico
Misticanza

Procedimento

Mettete sopra ad un tagliere le prime due fette di tacchino, posizionatele vicino, con un bordo di una sopra all’altra. Con un batticarne fate poca pressione per unire le due fette. Non schiacciate troppo perché il tacchino è una carne molto fine e si rompe facilmente. 
Sopra mettete qualche fettina di lardo, non per tutta la superficie, solo qualche pezzettino, le foglie di spinacini, lavate ed asciugate, senza il gambo, il cipollotto tagliato fine fine, il pecorino a listarelle e qualche pezzo di Montasio.
Avvolgete per il lato lungo e fermate con il filo da arrosto. Salate il rotolino.
Preparate il brodo vegetale.
Cuocete in una pentola antiaderente con un filo d’olio EVO e rosolate su tutti i lati.
Sfumate e deglassate la pentola con il brodo, quindi raschiate dai bordi i sughi di cottura, andranno tutti nel brodo ed insaporirà il tutto.
Coprite con il brodo e mettete il coperchio. Deve cuocere circa 8/10 minuti, dipende dalla grandezza.
Una volta cotto appoggiatelo su di un tagliere a riposare 5 minuti, togliete lo spago ed affettatelo un po’ in obliquo.

Adagiate le fettine di rotolino su una cucchiaiata di yogurt greco, accompagnate con qualche fogliolina di misticanza, io l’ho trovata con questi bellissimi fiori commestibili, qualche goccia di olio EVO e la riduzione di aceto balsamico.

Per i golosi.
Le fettine di lardo potete metterne un paio anche all’esterno prima di mettere lo spago. Rosolerà ancora di più la vostra carne. Dato che il tacchino di base è una carne asciutta.
Buon appetito.