Oggi il sole ha riscaldato tutta la penisola! Finalmente una giornata da maniche corte! 
Abbiamo cambiato l’orario ai nostri orologi ma la fame non ha subito variazioni per cui mi sono messa ai fornelli subito dopo essere rientrati da un pomeriggio passato al molo per far vedere barche e mare alla mia piccolina. Una novità.
E dopo la camminata non potevo che avere voglia di un piatto dal sapore marittimo, fresco, ma anche abbastanza rapido da fare. 
Così ho preparato una semplice purea di pisellini che avevo nel freezer intanto che pulivo i calamari, poi ho realizzato nella mia testa come procedere, e ho deciso per le due cotture dei calamari. Stufati nel risotto e alla piastra per servire il piatto.


Ingredienti per 2 persone

180 gr di riso vialone nano
5 calamari
150 gr di pisellini primavera surgelati (freschi, ancora meglio)
500 ml brodo vegetale
sale
un po’ di cipolla
olio EVO
menta fresca
un po’ di vino bianco per sfumare il riso

Procedimento

Fate bollire dell’acqua leggermente salata e buttate i pisellini, fateli cuocere circa 5 min, scolateli e raffreddateli con acqua fredda, sciacquandoli e scolandoli.  Frullateli con frullatore ad immersione fino a formare una purea omogenea. Sarà di un colore verde brillante. Il segreto è non stracuocere i pisellini e raffreddarli per bloccare la cottura.

Pulite i calamari togliendo la testa, la lisca, le interiora e la pelle. Lavateli bene all’interno e una volta puliti prendetene 3 e tagliateli ad anelli da circa 5 mm. Gli altri due calamari serviranno per l’impiattamento per cui procedete così, apriteli a metà, eliminate la parte terminale e ricavate circa un rettangolo, incideteli da un lato e dall’altro disegnando un reticolato.
Tenete i calamari da parte.
Portate a bollore il brodo vegetale e iniziate con il riso.
Tritate la cipolla e mettetela in una pentola assieme ad un filo d’olio, versate il riso e tostatelo. Aggiungete i calamari tagliati ad anelli e versate il vino bianco, fatelo evaporare poi versate un po’ di brodo alla volta. Non mescolate di continuo o il riso perderà tutti gli amidi diventando molto colloso.
Versate un po’ di brodo e mescolate. Quando il riso è quasi pronto aggiungete la purea di pisellini. Fatelo solo all’ultimo altrimenti si attaccherà tutto al fondo della pentola e non perderà il suo colore verde brillante.
Mescolate, se necessario aggiungete un poco di brodo per far si che il riso si presenti molto morbido.
In una padellina scaldate un filo d’olio e poi mettete a cuocere i calamari, appoggiate prima il lato inciso, dopo qualche minuto girateli e vedrete che si arricceranno fino a formare un rotolino.
Cuocetelo e fatelo dorare.
Impiattate il riso morbido sul piatto, se volete farlo stendere uniformemente sul fondo del piatto basterà versare qualche mestolo e poi sbattere con la mano sotto al piatto. 
Adagiate il calamaro cotto alla piastra e servite con qualche fogliolina di menta ed un filo di olio.

Buon appetito a tutti!
Silvia



I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living