Il pesce fa molto bene, ma come mangiarlo per cambiare un po’? Questo è un dilemma che affronto spesso. Ottimo al forno, cotto nel sale, al cartoccio, a vapore, la zuppa di pesce.
Per cambiare un po’ ho cambiato il pesce!
L’halibut l’ho mangiato solo una volta, tempo fa, per cui l’ho riprovato.
E’ un pesce molto delicato, se vi piace il rombo fa per voi, ha una consistenza molto delicata e le sue carni sono molto tenere, non sono carnose e muscolose come quelle del branzino per intenderci.
E’ un mega sogliolone in pratica, vive polleggiato sul fondo del mare glaciale. E’ un pesce pescato, non credo venga allevato per cui se anche voi non avete piacere di mangiare pesce di allevamento questo fa per voi.

Molto tenero, tende a rompersi in cottura per cui se volete conservare un pezzo intero dovrete fare molta attenzione. Quando guardavo Hell’s Kitchen era sempre tra i piatti più gettonati, lo avete mai visto? Mi riferisco alla serie americana con Gordon Ramsay.
La cottura dell’halibut era sempre un problema per i concorrenti. In realtà non è complicata, basterà toccarlo per sentire che sia abbastanza sodo una volta cotto.
Però ora mi chiedo come facessero a servirlo intero, ma probabilmente erano tranci abbastanza piccoli.

In ogni caso, fidatevi, è molto buono, delicato, un pesce pregiato ma non caro.

La mia versione è molto semplice, ho solo dato una cottura più croccante alle verdure.

Ingredienti per due persone


1 filetto di halibut

100 gr di fagiolini freschi
1 pomodoro rosso
3 patate novelle
1 noce di burro
olio Extra Vergine di Oliva
timo limone (o timo fresco)
saler

per salsa verde

foglie di basilico
prezzemolo
1 cucchiaio di capperi sotto sale
foglie di rucola
olio EVO
sale 

Procedimento

Lavate e mondate i fagiolini eliminando cima e fondo. Portate a bollore dell’acqua e tuffateli per circa 8 min, dovrete scolarli quando saranno cotti ma ancora croccanti. Lasciateli da parte

Se volete ottimizzare, scolateli con una ramina e nell’acqua bollente tuffate le patate novelle lavate.
Una volta cotte le patate scolatele e lasciatele riposare.
Preparate la salsa verde, lavate le foglie di erbe aromatiche e rucola, dissalate i capperi e frullate il tutto con frullatore ad immersione, aggiungendo olio ed un pizzico di sale. Le proporzioni delle foglie sono variabili a seconda dei gusti.
Prendete il filetto di halibut e ricavatene due porzioni, salatelo leggermente su entrambi i lati; scaldate una padella e mettete una noce di burro a sciogliere con un cucchiaio di olio, mettete il rametto di timo limone, ottimo con il pesce, poi adagiate delicatamente le porzioni di halibut.
Alzate la fiamma a fuoco medio e fate cuocere circa 4 min per lato.
A parte, in una padellina, scaldate un filo d’olio e mettete i fagiolini a rosolare per circa 1 minuto, così saranno caldi e croccanti. Rosolateli e metteteli in una ciotola.
Tagliate le patate in 4 spicchi o a metà a seconda della loro grandezza, poi rosolatele nella padellina una volta tolti i fagiolini, in caso aggiungete un filo d’olio, faranno una gradevole crosticina dorata.
Tagliate a fettine un pomodoro e salatelo.

Per servire, mettete i fagiolini a fondo piatto, qualche patata croccante, i pomodori affettati e infine adagiate il più delicatamente possibile il filetto di halibut.

Condite con la salsa verde e servite.

Buon appetito

Silvia