Buon mercoledì gente! Siamo quasi alla fine di aprile e le nostre dita sono incrociate affinché maggio porti con se una serie infinita di giornate piene di sole, caldo, il vero inizio della bella stagione. Finora abbiamo avuto solo qualche assaggio e vi dirò che la lotta tra metti il piumone e togli il piumone è stata infinita. Ormai l’ho definitivamente parcheggiato e spero sia arrivata l’ora della leggerezza.
E visto che parliamo di leggerezza il tutto si unisce ai sapori della tavola.
Sì perché col caldo, si sa, viene voglia di arricchire i pasti con verdure fresche e ricche di vitamine. Mangiare cose elaborate non aiuta certo a sopportare il caldo, per cui bisogna sempre reinventarsi ed adeguare quello che mangiamo con la stagione a cui andiamo incontro.
Primavera a me fa venire in mente le frittate. Sarà perché sono versatili, buone fredde, adatte per picnic. Comunque sia, la frittata è la regina della primavera per me!


Oggi ve ne propongo una versione un po’ diversa dal solito, semplicissima, buonissima, e bella da vedere con i suoi pomodorini che spiccano.

Fate mai le frittate? Io la adoro in mezzo a due fette di pane. Mia nonna la faceva spesso con la ricotta, non troppo schiacciata così da sentire i pezzi soffici all’interno, con le patate fresche fritte o con i carciofi.  Pagherei per poterne mangiare ancora un pezzo delle sue frittate. Ma per fortuna, cocciuta com’era, prima di andarsene mi ha lasciato tutti i suoi segreti in cucina, come se avesse sempre saputo che io avrei portato avanti le sue tradizioni. Ricordo che fino a poco prima di andarsene insistette affinché vedessi come si facevano gli gnocchi ripieni. Un giorno li farò anche per voi, Ne sarà fiera da lassù.

La frittata di oggi, dicevo, incontra sapori classici, patata e pomodoro, ma con un tocco di Mediterraneo, ho messo feta e origano fresco. Che profumo! Da rifare quanto prima.

Ingredienti 

5 uova
2 cucchiai di parmigiano reggiano
3 pomodorini Piccadilly o 4 ciliegini
1/2 fetta di feta
1 patata bollita grande
1/2 cipolla di Tropea
Olio Evo
Sale
Origano fresco (ma andrà bene anche quello secco)

Procedimento

Pelate la patata bollita (possibilmente fatta il giorno prima, sarà soda e si potrà saltare in padella senza che si disfi) tagliatela a fette, tagliate anche la mezza cipolla a fette non troppo sottili, rosolate il tutto in padella con un cucchiaio di olio per qualche minuto.
Toglietele dalla padella e mettetele da parte. Lavate i pomodorini e tagliateli in tre pezzi o metà a seconda della grandezza.
In una ciotola sbattete 5 uova, aggiungete il parmigiano, il sale e montate un po’.
A questo punto aggiungete alle uova la feta spezzettata a mano, le patate rosolate e l’origano.
Scaldate un altro cucchiaio di olio nella padella dove avete rosolato le patate e versate il composto, sistemate sopra i pomodorini e cuocete a fuoco basso per circa 8 min, coprite con un coperchio così si gonfierà, non si brucerà sotto e il composto arriverà ad asciugarsi in superficie.
Una volta rappreso rovesciate la frittata con l’aiuto di un piatto (per chi non l’avesse mai fatto, consiglio di mettersi sopra al lavello, togliete tutto da dentro chissà vi cade, almeno potrete recuperarla.. ricordo ancora la mia finita a mollo!!) fatela scorrere sul piatto e poi capovolgetela dentro alla padella.
Cuocetela poco, essendo già asciutta avrà solo bisogno di rosolarsi.

Guarnite con qualche ciuffetto di origano fresco, sentirete che profumo! Allora la rifate? Vi aspetto!!!!
Buona giornata a tutti voi.
Ciao, Silvia