Very Vegan, ma conquisterà tutti! Non fermatevi alla prima impressione. Vegano non vuol dire senza gusto. Anzi, molti piatti lo sono ma fanno parte della nostra cultura.
Prendiamo per esempio un piatto di spaghetti al pomodoro. E’ vegano!
Ma questa parola suscita ancora molti dubbi a tante persone.
Non è nulla di contagioso, fidatevi… ma a volte vorrei che lo fosse!!!!!!!
Comunque, preconcetti a parte.
L’altro giorno guardavo foto su Instagram (il mio profilo è “eppurnonceglutine”) e mi sono accorta di seguire molti più chef o autori di piatti vegani, tra cui vi segnalo Maraviglie Veg, dove trovo sempre ispirazione.
Questa è la volta di uno chef Newyorkese, ha preparato una crema fredda di asparagi grigliata e avocado, c’era solo la foto e ho provato a modo mio a farla.
In seguito poi mi ha risposto e dato la sua versione. Devo dire che ci sono molte varianti, la mia versione è senz’altro più semplice e alla portata (anche di portafogli) di tutti.

Questa è fantastica dopo una giornata calda, se amate l’avocado o se volete mangiare qualcosa di veramente insolito ma che fa benissimo!
Ingredienti per due persone


1 avocado maturo (dovete affondare il polpastrello nella polpa)

1/2 mazzo di asparagi
1 lime
brodo vegetale (io l’ho fatto con i gambi degli asparagi e ceci perché li ho utilizzati altrove)
semi tostati misti (girasole, lino, di zucca)
cipolla fresca
olio EVO
sale


Procedimento


Grigliate gli asparagi a fuoco basso coprendoli con alluminio.

Devono risultare teneri.
La variante è di cuocerli in forno con uno spicchio di aglio, filo di olio e goccio di acqua, devono diventare teneri.

Prendete l’avocado, tagliatelo in due, togliete il seme e con un cucchiaio scavate la polpa, mettetela in una ciotola assieme agli asparagi cotti e stagliuzzati (tenete qualche punta da parte per l’impiattamento), aggiungete qualche cucchiaio di brodo vegetale a temperatura ambiente e frullate il tutto con frullatore ad immersione. 

Aggiungete il succo di mezzo lime, sale e un goccio di olio, frullate.
Regolate e aggiustate a vostro piacimento sia l’acidità che la compattezza della vellutata. Io l’ho preferita abbastanza cremosa, e l’ho gustata con dell’ottimo pane Carasau senza glutine!

Servitela con un po’ di semi misti tostati che daranno croccantezza e qualche punta di asparago grigliata.




Bon apetit!


Silvia