La caponata è un contorno siciliano, viene fatto in maniera diversa e anche con ingredienti che variano da zona a zona.
Mia nonna era originaria di Alcamo e più o meno me l’ha insegnata così.
Diciamo che ne ho mangiata molta da piccola, sia quella in versione 100% siciliana che in versione light, perché non si potevano mangiare sempre cose fritte!!
La mia versione prende una piccola scorciatoia. Ho chiesto alla zia Maria che ha il Bologna Pastificio a Toronto, ne vende un sacco! A questi Canadesi piace e molto! Lei segue la ricetta tradizionale. Io ho voluto fare una piccola variate per velocizzare la cottura.
Spero vi piacerà. Io l’ho portata a tavola per un buffet, qui le altre proposte.

Ingredienti

2 melanzane viola

3 coste di sedano tenero
3 cipolle grosse di Tropea
2 barattoli di Pomodorini (altrimenti pelati)
Olive verdi grosse schiacciate
Sale
Olio EVO
aceto di mele
2 cucchiai di zucchero di canna

Procedimento


Lavate le melanzane e tagliatele a piccoli cubetti, fatele cuocere in una padella tipo wok in abbondante olio di oliva. La ricetta originale prevede che siano fritte, io le ho cotte con abbondante olio.

Aggiungete metà delle cipolle tagliate a fettine un po’ grossolane.

Cuocete e fate dorare tutto, poi abbassate a fuoco medio e fate cuocere finché le melanzane saranno morbide e dorate.

Toglietele dalla wok e mettetele da parte.

Ora versate due cucchiai di olio nella wok (dopo averla pulita) poi fate rosolare la cipolla, aggiungete l’aceto circa 2 cucchiai e lo zucchero di canna, mescolate e fate evaporare, poi aggiungete il sedano tagliato a tocchetti ed infine i due barattoli di pomodorini, schiacciateli un po’ con l’aiuto di una ramina, cuocete per circa 10 minuti, aggiustate di sale.

A fine cottura unite le melanzane e le olive schiacciate e denocciolate, mescolate e cuocete ancora per qualche minuto.

Va fatta raffreddare (se ci riuscite!!!! io ne ho mangiata molta!) e la potrete conservare in frigo per 5/6 giorni.


Io l’ho usata anche per condire una pasta di Teff di Lt teff Italia 

Oppure su bruschette.




Buon appetito!

Ciao
Silvia