Oggi vi propongo la focaccia fatta con la ricetta dello chef Marco Scaglione,qui trovate il link per il suo sito, eccolo. Di seguito vi riporto la ricetta modificata leggermente solo nel procedimento e cottura per mia comodità.

Ragazzi… devo dire che questa volta ho fatto una focaccia da paura.. Tipo da volerne fare una grande come un materasso e mettermi a dormire sopra… avete presente?
Soffice e deliziosa… Ne ho mangiata così tanta, solo per golosità.
Mi hanno detto pochi giorni fa che presto potrei avere a che fare con lo Chef Marco Scaglione, farà un corso sui lievitati senza glutine vicino a dove vivo. E dato che c’è sempre da imparare ci andrò sicuramente.
Sinceramente ho sempre fatto di testa mia, mille esperimenti, la ricerca perfetta… poi ho voluto provare una ricetta che ho trovato su internet, sul suo sito.
Il pane con le patate l’ho sempre fatto, lo faceva mia nonna già nel 1992, usava la prima farina Schar, forse l’unica che c’era allora… per tenerlo morbido aggiungeva patate bollite e per colorarlo lo ungeva. Era un pane focaccia insomma.

Oggi ho letto la sua ricetta e non va molto lontano da quello che ho fatto più volte, ma si vede che i 19 grammi di lievito fresco che indica di usare, rispetto magari ai 20 che avrei usato fanno la differenza!!!
 


Ingredienti 

per una teglia rettangolare media.

400 gr di farina Nutrifree mix per pane

100 gr di farina di grano saraceno bianca Nutrifree
100 gr di patate bollite il giorno prima, devono essere fredde.
300 gr acqua frizzante
19 gr di lievito fresco
10 gr di zucchero
rosmarino, timo, salvia, fresche e tritate
50 gr di olio EVO
10 gr di sale fino


Procedimento


Come scritto negli ingredienti, per fare questa ricetta vi consiglio di preparare le patate il giorno prima e di lasciarle fuori frigo.

Schiacciatele fini nel passapatate e aggiungetele alle farine. Disponetele, in una ciotola, a fontana con buco al centro, oppure mettetele in planetaria.
Aggiungete lo zucchero ed il lievito fresco sbriciolato. Iniziate ad impastare, dovete sbriciolare bene il lievito.
A questo punto versate a filo l’acqua gasata, impastate delicatamente e cercate con le dita di schiacciare bene lievito e patate.
Aggiungete le erbe aromatiche tritate ed impastate bene.
Per ultimo va aggiunto il sale.
Impastate su di una spianatoia leggermente infarinata e formate una palla.
Mettetela direttamente sulla teglia, io ho usato una teglia unta (così il fondo diventa croccante, lo chef consiglia carta da forno… a me personalmente non piace l’effetto finale) e l’ho appoggiata al centro, poi inumidite la superficie della palla con un po’ d’acqua. Coprite con pellicola e lasciate lievitare in luogo caldo e asciutto (o dentro al forno spento ma con luce accesa) per due ore.
Passato il tempo schiacciate l’impasto per tutta la teglia utilizzando palmo e dita. Per fare quelle belle fossette tipiche della focaccia affondate le dita nell’impasto. 
Una volta stesa ungetela con un filo d’olio spennellato bene, potete mettere sale grosso e rosmarino per guarnire (poco perché è già salata). Lasciate riposare mezzora.
Cuocete a 220° (io forno ventilato) in forno preriscaldato per circa 25 minuti (altrimenti 35-40 minuti forno statico).

Lasciatela riposare prima di mangiarla. Lui consiglia un’ora… io non ho resistito!!!!!

Appena si è raffreddata ho tagliato la rimanente focaccia in comodi pezzi e l’ho surgelata, meglio non rischiare che il giorno dopo sia gomma!!! 
Scaldata sarà sicuramente buonissima!!!!!



Ciao a tutti!

Silvia