Buongiorno a tutti!!! Si ricomincia a cucinare dopo una settimana di ferie…

Il caldo in questi giorni è pazzesco da queste parti, ma non importa, accendo il forno lo stesso!

Sono stata una settimana tra Costa Azzurra e Provenza e non avendo potuto assaggiare tante cose mi sono rassegnata e limitata ad apprezzare i profumi di baguette appena sfornata, per non parlare dell’incessante odore paradisiaco di brioches ovunque. La tregua l’ho avuta solo in Alta Provenza dove per chilometri e chilometri la lavanda ha reso il mio pomeriggio indimenticabile.

Guidare in qualche stradina sperduta (grazie ad una impostazione messa per caso sul navigatore) e non incontrare neanche una macchina, tenere il finestrino abbassato e respirare il profumo dei fiori di lavanda. Guidare con un sole in via di tramonto davanti, ma che fa ancora brillare girasoli e campi dorati di grano. Tutto ciò è il Plateau di Valensole. Il regno della Lavanda per eccellenza. Un sogno nel cassetto che si è realizzato.


Tornata a casa ho voluto usare questi fiorellini profumatissimi per ricordare il viaggio in Provenza e Costa Azzurra. Li ho abbinati ad una crostata con fichi freschi, créme fraiche presa in Francia.

Spero vi piaccia, se la farete vi gusterete un pezzetto di Provenza.


Ingredienti


Pasta frolla (clicca qui)
125 ml di panna fresca
2 cucchiai di créme fraiche (oppure 1 di mascarpone + 1 cucchiaio di yogurt)
1 cucchiaio di fiori secchi di lavanda (li trovate in erboristeria)
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaio di zucchero
succo di 1 lime

per guarnire

1 cucchiaio di lavanda
2 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaio di acqua

 


Procedimento


In una ciotola mettete la panna fresca liquida con un cucchiaio abbondante di fiori di lavanda, coprite con pellicola, appoggiandola direttamente sulla superficie della panna così i fiori staranno in infusione per bene. Mettete in frigorifero e lasciate per tutto il tempo della preparazione.

Se avete posto mettete in frigo o freezer anche il contenitore dove monterete la panna.

Preparate la pasta frolla e tenetela in frigo per 1 ora, poi una volta fatta rapprendere stendetela su una spianatoia leggermente infarinata fino allo spessore di circa mezzo cm. Mettetela in uno stampo da crostata, sopra carta da forno e fagioli secchi poi fate cuocere in forno statico a 180° per circa 20 minuti. Togliete carta e fagioli e terminate la cottura a 150° per altri 10 minuti. Non deve essere troppo scura.

Fate raffreddare il guscio della crostata.

Prendete la panna e filtratela, eliminate ogni traccia di lavanda, poi montatela con un cucchiaio di zucchero ed uno di miele. In Provenza ho trovato il miele alla lavanda. Che gusto!

Montatela bene e aggiungete la crème fraiche (o mascarpone+yogurt bianco), poi farcite il guscio di crostata.
Lavate i fichi ed asciugateli, pelateli se preferite, tagliateli a spicchi e passate qualche goccia di lime per non farli scurire.
Guarnite la vostra crostata.
Ultima delizia, per finire, la lavanda cristallizzata. Saranno come caramelle! Unica cosa, mettetele al momento in cui servite la crostata, in frigo lo zucchero si scioglierà e rimarranno solo i fiori di lavanda.
In una padellina mettete due cucchiai di zucchero, uno di fiori di lavanda ed uno di acqua, scaldate e aspettate che lo zucchero si attacchi ai fiori e si asciughi. Versate su carta forno e fateli raffreddare, poi separateli con le dita.
Spolverate la crostata e servite ben fredda.


 
Ciao a tutti!
Silvia