Fa ancora molto caldo fuori… Ormai si parla solo di quello.. Ma fatevi coraggio, purtroppo anche l’estate finirà! E dopo parleremo solo di quanto piove e di quanto freddo fa!
Allora guardiamo il calendario e con aria ottimista contiamo i giorni estivi che rimangono e inventiamoci party all’aria aperta e picnic sotto un bell’albero… Non credete anche voi che ne valga la pena di sfruttare al massimo ogni serata estiva che si può stare fuori? L’inverno e la mezza stagione (chissà poi se ancora esiste) durerà molto a lungo! Quindi tutti fuori (in orari decenti mi raccomando, non alle due di pomeriggio ecco) per fare incetta di raggi solari che fanno bene (quasi) con protezione 50! 
A noi donne e bambini in particolari modo. Bastano 20 minuti di esposizione al giorno per le nostre tanto care amate ossa… Per cui, facciamo scorta!

Oggi vi propongo una cosa deliziosa, mi credete che non la mangiavo da una vita intera? L’ho mangiata in un ristorante di Cesenatico dove la fanno molto buona, però a casa… lo è ancora di più!
Croccante al punto giusto, accompagnata dalle verdure che ho sempre sognato di mangiare! Eccola qua, la mia frittura perfetta.
Per l’occasione ho voluto provare la farina di grano deglutinato (mi sembra un’eresia, dico la verità), non l’avevo ancora assaggiata e volevo sentire il sapore. Al palato dei comuni commensali non sembravano ci fossero differenze dalla farina di grano.
Il sapore è quello, insomma. Ma in una frittura non credo che possa fare la differenza. La farina serve solo per fare la croccantezza.

Il fritto misto rimane uno dei piatti più gustosi dell’estate! Ed è facilissimo da preparate. 

Ci vuole solo un pochino di pazienza per pulire pesce e verdure ma il gusto ripagherà per la fatica! 
Iniziamo subito!
 
Ingredienti per 4 persone
 
20 gamberi
10 calamari
1 melanzana viola
1/2 peperone rosso
1/2 peperone giallo
2 zucchine 
2 patate
Olio di semi per friggere
Farina per infarinare (io ho usato mix per pane di L’Altro Gusto)
Sale
 
 
Procedimento
 
Pulite i calamari togliendo l’interno, la cartilagine e la pelle. I tentacoli vanno staccati e dovete togliere il becco del calamaro infilando il pollice. Lavateli e tagliateli ad anelli della stessa dimensione. Mettete in frigo.
Pulite i gamberi e togliete il filetto nero con l’aiuto di uno stuzzicadenti (dovete infilarlo a circa metà del gambero, appena sotto pelle, poi tirare piano verso l’alto, il filetto uscirà intero), metteteli in frigo.
Lavate ed asciugate le verdure e procedete a tagliarle a bastoncino, il più fini possibili.
Dalle zucchine togliete la parte con i semi e fate bastoncini solo della parte con la buccia, stessa cosa per melanzane. Peperoni e patate tagliatele a fiammifero.
Infarinate tutto solo poco prima di friggere, perché se no in frigo la farina si bagna.
Scaldate bene l’olio, fate la prova dello stuzzicadenti per vedere se è caldo al punto giusto, immergendolo dovrà fare le bollicine.
Mettete il pesce infarinato in un colapasta ed eliminate la farina in eccesso, poi calatelo nell’olio caldo, un po’ alla volta che cuocerà meglio, dopo circa 3/4 minuti sarà pronto.
Dovrà essere bello dorato.
Cuocete anche le verdure e scolate tutto su carta assorbente, poi per ultimo salate!
Buon appetito
Silvia