muffins per bambini

Tutti i blog sono in fermento per l’avvio della scuola ed io non potevo che essere da meno! C’è il boom delle merende home made su internet e anche io, ai miei tempi, avrei voluto una merenda così! Anni fa (molti anni fa… diciamo circa 25 anni fa) andavo alle medie, mi diagnosticarono la celiachia e di punto in bianco passai da merende come pizzette del forno appena fatte e ciambelline Misterday per le quali impazzivo ed avevo tutta la collezione di animaletti pelosetti.. a… indovinate cosa? Popcorn. Patatine. Ok, due genitori li avevo anche io. Ma potete credermi se vi dico che in quegli anni le cose che esistevano senza glutine erano come mattonino lego agglomerati con calcestruzzo. Una botta di vita insomma!

L’era della celiachia ha portato tanta miglioria e finalmente c’è l’imbarazzo della scelta. Le merendine sono sempre di più, ci sono infinite scelte, si possono addirittura trovare cloni delle merende famose della Mulino Bianco. E capisco benissimo che per i bimbi sia importante non sentirsi diversi. Per cui, anche se non amo molto le cose confezionate, se le prendete con questa logica vi dico che fate bene. Potete sempre comprare qualche merendina ogni tanto e prepararne altre fatte in casa, anche perché, come potrete ben immaginare, le merendine senza glutine non sono per niente sane! Avete mai letto gli ingredienti? Oppure anche voi dopo i primi 20 non riuscite più a leggere?!?!!? Senza parlare di olio di palma, conservanti e tutte le cose possibili immaginabili per donare una consistenza simile delle merendine normali. Da usare, con moderazione.

DSC_4479

Oggi ho provato a fare un esperimento, ho utilizzato solo farine naturali come mi avevate chiesto in tanti.

Anche io di base preferirei, ma ammetto che il risultato non è sempre uguale…

Ma oggi i muffins sono venuti bene. Li ho assaggiati a distanza di tempo (che duro sacrificio) e nel giro di 3 ore erano ancora buoni. Appena sfornati devo dire che erano il top, poi da freddi si sentiva un pochino la farina di riso, ma nulla a che vedere con il retrogusto di certi mix che a me proprio non piacciono. Quelli che lasciano l’effetto felpato in bocca e gessato sui denti! Bleah!!! Odiosissimo!!

Questa combinazione è venuta buona. Inoltre potrete congelarli appena si raffreddano e basteranno un paio di ore fuori freezer o una scaldatina in fornetto prima di infilarlo nello zaino dei vostri giovanotti.

Ho usato un vasetto di yogurt per semplificare le cose. Accendete il forno perché ci metterete pochissimo a prepararli!

Le albicocche secche, così come i mirtilli, sono fonti di vitamina C, minerali e zuccheri. Saranno perfetti per i piccoli studenti. Due per merenda saranno perfetti!

Ingredienti per 12 muffins

1 vasetto di yogurt bianco naturale

2 uova

1/2 bicchiere (abbondante) di olio di semi (io ho usato di vinaccioli, fantastico)

2 bicchieri di zucchero (di canna preferibilmente)

1 bicchiere di farina di riso

1 e 1/2 di fecola di patate

1 e 1/2 di farina di mandorle

1 cucchiaino di lievito per dolci (san martino o paneangeli senza glutine)

una manciata di albicocche secche

2 cucchiai di mirtilli secchi

DSC_4477

Procedimento

Accendete il forno a 180° ventilato.

In una ciotola versate il vasetto di yogurt, 1/2 vasetto abbondante di olio di semi e le uova. Sbattete per rendere omogeneo.

Aggiungete i due vasetti di zucchero e mescolate, poi prima la farina di riso, mescolate, la fecola, mescolate, poi la farina di mandole e mescolate bene. Aggiungete il lievito setacciato e mescolate.

Tagliate a pezzi le albicocche, mettete metà di queste e metà dei mirtilli nell’impasto. Poi versatelo dentro ai pirottini di carta dentro lo stampo dei muffins, arrivate appena sotto il bordo della carta. Prima di infornare mettete gli ultimi pezzetti di frutta essiccata sopra ai muffins. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 min. Fate la prova dello stuzzicadenti e quando è asciutto toglieteli dal forno, metteteli su una gratella a raffreddare.

Fatto!

Ciao Silvia DSC_4487