Curiosavo sul blog e mi chiedevo quale fosse la ricetta più letta. Mi interessa capire i Vostri gusti, di Voi che mi seguite. Perché mi piace conoscervi e magari scambiare due battute, anche solo per commenti. È comunque un modo per sentirsi persone e non solo “sforna ricette informatizzato/utente”!!!

A volte mi scrivete per avere consigli culinari, altri di informazione generale sulla celiachia. Altre volte ci si confronta sulle condizioni della nostra “vita diversa”.

Perché in realtà lo è. Ci sono piccole questioni di importanza che vanno rispettate ogni giorno, richiede attenzione e dedizione la celiachia. Non perché la si ami ma perché fa parte di noi. Essere celiaci è essere nuovi. Inizia una nuova vita. Siamo posti davanti a nuovi ostacoli che riusciremo a superare con leggerezza!

In fondo non è altro che aumentare la nostra capacità di controllo, di sapere auto curarsi, per così dire, seguendo solo rigide regole quotidiane. Ed il gioco è fatto.

La celiachia per me è stato rendersi conto di potermi limitare, dire di no. Cose che per altre diete, le dimagranti, non ho fatto, rispettato e soprattutto, vissuto con quel senso di assoluto.

Quindi l’ho convertita da malattia, come la si può vivere all’inizio {soprattutto per l’effettivo calo di salute che provoca prima della dieta} alla mia nuova Forza. Il mio nuovo punto di forza sarebbe stato il mio punto debole fisico.

Sono rinata, come tutti voi.

Per questo condivido le mie ricette, perché trasmettano un senso di conforto a chi intraprende la nuova dieta e si sente spaesato.

Siamo in un era dove questa non può essere considerata una malattia. Ci sono mille aziende che producono di tutto, artigiani che hanno convertito le loro attività per sfornare delizie senza glutine. Hotel e ristoranti attrezzati. Bar che ti scaldano un croissant congelato al momento. Ho sentito chi si lamentava perché si trovano solo congelati. Scusate, ma credete che quelli con glutine siano freschi? In molti bar hanno solo del congelato!!! Quindi non vedo la differenza.

Ci sono una infinità di notizie ed informazioni su internet, ci sono migliaia di blog di ogni genere. Tutte persone che rendono questa “malattia” solo una nuova esperienza.

Ci sono le PERSONE. Sì perché, questa “malattia”, mi ha regalato molte persone. Persone che sono diventate amiche, e ci si sente per qualsiasi cosa! Sono nate amicizie, vere. Reali.

Se non fossi stata celiaca non le avrei conosciute probabilmente e pensate un po’ voi quanto avrei perso!  Poi uno dice, sì stavo bene anche se non mi veniva!!!! Eh certo!!!! Va bene accettarla con filosofia ma che cazz! Ma si, diamo peso alle vere malattie! E preoccupiamoci di non farci venire dei problemi consumando troppi prodotti pronti!!!! Ecco, questo è fondamentale!

Perché essere celiaci e fare la dieta senza glutine non vuol dire fare una dieta sana!

Svelato il Mistero Arcano di quelli che ti chiedono “ma come, sei celiaca e non sei magra?”

Sappiamo che i nostri prodotti sono spesso più calorici di quelli con glutine. Nei prodotti senza glutine usano spessissimo solo amidi, ricchi di zuccheri, e chissà quanti addensanti e grassi per tenere su impasti che sembrino normali.

Per questo il blog, per aiutarvi nella scelta delle farine e per usarle al meglio. Non perfettamente perché anche io imparo ogni giorno, come voi. Ma con 25 anni di nuova vita ed vero amore spassionato ed irrefrenabile per la cucina.

Sì, forse solo questo mi ha tolto la celiachia, la possibilità di diventare chef. Nel ’93 l’Alberghiero mi sconsiglió vivamente di frequentare quella scuola per rischi di contaminazione. E non c’erano corsi altrove! Chi sapeva cucinare quelle malghe di strane farine?

E invece io l’ho fregata di nuovo la celiachia! Ho trovato un modo di riscattarmi, battendola, ancora una volta! Il mio Blog.
Queste parole le dedico a voi che leggete, alle mie grandi amiche vere, che nonostante non siano celiache mi leggono, mi sostengono, provano le mie ricette convertendole loro!!! Alle amicizie nate grazie al blog. Colleghe bloggers! Alle persone che dedicano tempo personale a condividere informazioni tramite portali web.

Alla mia amica chef che mi ha sopportato per anni, ed ora mi legge e mi manda i complimenti. Un vero onore perché la stimo tantissimo.
Grazie!!!
Ah, ma lo volevate sapere qual’è la ricetta più cliccata?……. Quasi mi dimenticavo!

La spoja lorda!!!! La pasta ripiena tipica della mia Romagna! E viene letta anche all’estero!

Sono grata a voi per la vostra presenza.

Ciao, Silvia.