Avete mai visto quante carote esistono? Ogni tanto ne scopro una nuova! Che meraviglia la natura. Al mercato mi sono imbattuta in splendide carote viola e, come sempre, mi sono fatta affascinare dal loro colore, quindi, per assaporarle al meglio, ho voluto fare qualcosa di semplice che facesse parlare il loro gusto. Inoltre ho trovato della pastinaca, o carota bianca, dolce ma dalla consistenza più asciutta, quasi farinosa, ideale per un purè, una crema da accompagnare pesci e carni, oppure da aggiungere a questa vellutata.

Il gusto è diverso dalle carote comuni, normalmente una vellutata di carote mi stomaca, ma questa no! Quindi facciamo il pieno di fibre e via!

 

ingredienti per 4 persone

Facile – tempo preparazione 25 min.

  • 1 mazzo di carote viola (8/10)
  • 2 pastinache (o carote bianche)
  • 1 cipolla
  • olio, sale
  • rosmarino fresco
  • yogurt greco
  • curcuma

Procedimento

  1. Lava e sbuccia le carote viola e la pastinaca, poi fai dei pezzetti grossolani, mettili in un tegame con un pochino di olio, cipolla, un pizzico di curcuma ed un rametto di rosmarino poi copri con abbondante acqua. Aggiungi un po’ di sale e porta ad ebollizione, fai cuocere per circa 15 minuti.
  2. Togli il rametto del rosmarino poi togli quasi tutto il brodo che si è formato e tienilo da parte, prendi il frullatore ad immersione e frulla le carote, aggiusta la densità aggiungendo il brodo man mano che frulli.
  3. Servi con un cucchiaio di yogurt greco e qualche crostino senza glutine.

 

Alla vostra salute!

Silvia