pesto di pomodorini secchi

 

D’estate la cosa più buona sono gli spaghetti con il pesto, ma quale? Sì perché non è facile dire quale sia il mio pesto preferito, ne ho sperimentati tanti e direi che il classico per me è il migliore ma cambiare si può, quindi ecco una mia proposta per l’estate, ma andrà bene anche d’inverno.

Lo sapete che i pomodori secchi hanno un sacco di proprietà utili per il nostro corpo?

 

Ricchi di vitamina C e licopene (fa bene alle ossa, importante e consigliato a chi soffre di osteoporosi), questa sostanza aiuta a combattere la formazione di colesterolo, grazie all’azione combinata con la vitamina C.  E’ una fonte di sali minerali come zinco, rame, fosforo e selenio!

Ma la sostanza che vorrei sottolineare è il FERRO! Ne contengono 9,09 mg per 100 gr! 

 

Raccomandato alle donne per le sue proprietà preventive del tumore al seno, clicca qui se vuoi leggere il link che ho trovato per approfondire!

 

 

 

 

Potete prepararlo in anticipo e conservarlo in frigo per circa 1 settimana, l’importante è che il vasetto dove lo avete messo sia sempre coperto di olio, così non si ossiderà.

 

Ingredienti per 1 vasetto (circa 6 porzioni)

  • 200 gr di pomodorini secchi (io ho trovato i Pachino, dolcissimi!!)
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 6 cucchiai di pecorino
  • la scorza di un limone non trattato BIO
  • una manciata abbondante di foglie di Basilico rosso
  • 2 cucchiai di mandorle
  • olio extravergine di oliva (circa 8 cucchiai, in caso allungate se vedete che non frulla bene)
  • pezzetto di radice di zenzero fresca
  • 1/2 spicchio di aglio (facoltativo)

 

 

Procedimento

  1. Tosta le mandorle leggermente in padella a fuoco medio e lasciale raffreddare.
  2. Lava ed asciuga il limone e grattugia la sua buccia, tienila da parte.
  3. Ora prendi tutti gli ingredienti e mettili nel mixer e copri con olio, aziona a pochi scatti alla volta per non scaldarlo, guarda che sia omogeneo e mettilo nel vasetto, copri con olio e conserva in frigo
  4. Lo zenzero potete grattugiarlo al momento dell’utilizzo del pesto, mettendolo fresco direttamente sulla pasta condita, così non perderà le sue proprietà antinfiammatorie!

 

Buon appetito!

Silvia