cremapatatadolce

Quando arriva il freddo dell’inverno adoro preparare le Vellutate, morbide e cremose, senza aggiunta di latte. Leggere e delicate, per non stravolgere il gusto dell’ingrediente principale.

Solitamente le vellutate partono da una base di grassi, vengono addensate con amidi e cotte con aggiunta di latte, questo non fa per me, preferisco la cremosità della super concentrazione di verdure all’interno della vellutata, per sentirne gusto e leggerezza.

Al mercato ho trovato delle patate dolci ed ero curiosa di provarle in una vellutata per me hanno un sapore buonissimo, sono relativamente dolci, legnose, ricche di fibre, regalano un gusto quasi di castagna. Ma se proprio non vi piacciono potete usare altre patate, vi suggerisco di usare un tipo farinoso, tipo quelle di montagna.

LE PATATE DOLCI HANNO MOLTE PROPRIETA’ BENEFICHE! AIUTANO IL SISTEMA CARDIOVASCOLARE, CONTENGONO VITAMINA D ED HANNO UN BASSO INDICE GLICEMICO

Ho notato che servire la vellutata così come viene può lasciare i commensali non troppo incuriositi dalla pietanza, per cui vi consiglio di servire sempre le vostre cremose vellutate con qualcosa di croccante, come crostini di pane (senza glutine) o frutta secca leggermente tostata, oppure qualcosa di contrasto (yogurt fresco o olio aromatizzato che stia bene nella vellutata). Qualche tocco di verde e la vostra vellutata prenderà subito l’aspetto elegante che merita!!!

Ingredienti per 4 persone

tempo di preparazione 30 min. Facile

  • 10 funghi Champinons + 2 da guarnire
  • 2 patate dolci (o patate farinose)
  • 1 cipolla bianca
  • timo q.b.
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • acqua q.b. ( circa 600 ml)
  • 50 gr nocciole

cremapatatafunghi

Preparazione

  1. Pulisci i funghi Champinons e tieni un paio da parte interi, gli altri tagliali grossolanamente e tieni da parte. Pela le patate dolci e taglia a cubetti grossolani e tieni da parte coi funghi.
  2. Trita grossolanamente mezza cipolla bianca e mettila a rosolare a fuoco medio in un tegame dai bordi alti assieme a due cucchiai di olio evo. Fai appassire poi aggiungi i funghi e le patate dolci a cubetti e fai rosolare per qualche minuto mescolando.
  3. Aggiungi l’acqua, circa 600 ml, regolati con l’altezza, deve coprire abbondantemente le verdure, di almeno due dita. Aggiungi sale ed un pochino di timo, poi tieni a fuoco vivace per 10 min e porta a bollore, metti a fuoco medio e fai cuocere finche le patate non saranno perfettamente morbide.
  4. Una volta cotta, ti consiglio di prelevare un pò di brodo (circa la metà) e tenerlo da parte, per regolare la cremosità mentre frulli, così potrai raggiungere la consistenza cremosa che più ti piace. Quindi tolto il brodo, frulla e se vedi che è troppo densa aggiungi poco alla volta il brodo tenuto da parte.
  5. Prendi i funghi che avevi tenuto da parte e tagliali a fettine, falli rosolare in padella con un pizzico di sale e pepe,  quando sono belli dorati e croccanti usali sopra la vellutata per guarnire, assieme alle nocciole, tagliate a metà e tostale per qualche minuto in padella dopo averle tagliate a metà.

Potete conservare la vellutata un paio di giorni in frigorifero con contenitore ermetico oppure congelarla!

cremabis