Crostata con mele e lamponi

Crostata con mele e lamponi

Questa crostata vi stupirà le papille gustative! Una vera esplosione di sapori e consistenze! La crostata è diversa dal solito perché tra le mele c’è un impasto delicato con consistenza soffice, quasi come una ciambella tra la crostata e le mele. Il gusto delle mele si sposa benissimo con quello acidulato dei lamponi! E da vedere? Non è fantastica? Per me è la più buona che io abbia mai fatto.

Un cuore ♥ di lamponi tra delicate fettine di mela!

Ingredienti per stampo da 22 cm

Media difficoltà – tempo preparazione 25 minuti+30 minuti di riposo+ 50 di cottura

Per la frolla:

  • 250 gr di farina senza glutine (oppure 125 farina finissima di riso +. 120 gr di farina di mais finissima, entrambe uso pasticceria + 5 gr di guar o xantano)
  • 180b gr di zucchero
  • 120 gr di burro
  • 2 uova
  • pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 2 grosse mele
  • succo di mezzo limone
  • 1 cestino di lamponi freschissimi
  • 1 uovo, 100 gr di farina senza glutine, 50 gr di zucchero, 2 cucchiai di latte, 1 puntina di cucchiaino di lievito per dolci.
  • Zucchero di canna per spolverare

Se guardi la fetta potrai vedere gli strati di mela appoggiati su una frolla friabile ed asciutta, e l’impasto della torta che si è gonfiata tra le fettine di mele!!!!

Torta mele e lamponi senza glutine

Procedimento

  1. In una ciotola metti la farina setaccia ed il burro freddo a pezzetti, poi con le mani rendi il composto sabbioso, aiutandoti con le dita a sbriciolare i pezzetti di burro con la farina. Aggiungi lo zucchero e poi le uova ed impasta bene e velocemente. Trasferisci su una spianatoia infarinata, forma una palla e metti in frigo per un’ora. (oppure metti gli ingredienti nel mixer e azionalo poco e brevemente, il composto diventerà sabbioso, passalo sul piano e forma una palla poi copri e metti in frigo)
  2. Poco prima di tirare fuori la frolla dal frigo prepara le mele, se no anneriscono in fretta. Sbuccia le mele poi togli il torsolo e affettale a fettine da massimo 3mm di spessore, mettile in una ciotola e bagnale con il succo del limone.
  3. Lava velocemente i lamponi ed asciugali delicatamente, controlla che non ci sia muffa.
  4. Prendi fuori la frolla dal frigo e aspetta 10 minuti prima di lavorarla. Intanto, in una ciotola prepara l’altro impasto semplicemente sbattendo l’uovo con la farina, lo zucchero, il latte ed il lievito. Mescola con una frusta e tieni lì pronto.
  5. Ora stendi la frolla con il matterello sopra al piano leggermente infarinato, stendilo dello spessore di max 5 mm poi mettila nella teglia ed aggiustala in modo che aderisca perfettamente ai bordi, taglia via l’eccesso e poi fai qualche forellino sul fondo con una forchetta.
  6. Ora metti le mele, per facilitarti ti spiego come faccio io, parti mettendo 4 fettine a croce appoggiate al bordo della teglia, poi aggiungi sempre una in parte a quella messa precedentemente, le ho rivolte tutte dallo stesso senso, metti anche 5/6 lamponi centrali.
  7. Ora versa l’impasto sopra il primo strato di mele, poi copri con le altre fettine di mela e al centro riempi con i lamponi. Spolvera leggermente le mele con dello zucchero di canna.
  8. Cuoci in forno preriscaldato a 175° statico per circa 50 minuti, (se vedi che le mele si stanno caramellando troppo copri con foglio di carta forno e sopra alluminio (io non metto a contatto alluminio con alimenti, non fatelo mi raccomando).
  9. Sforna e lasciala raffreddare! Poi tagliala dallo stampo e servi con tanto amore!!!

…Tieni da parte un pungo di lamponi per guarnire la torta prima di servire! ♥

A presto Silvia

Torta mele e lamponi senza glutine

Torta Sacher senza glutine

Torta Sacher senza glutine

 

(Come ogni tanto accade… qualche ricetta finisce nel dimenticatoio poi mi viene voglia di rifarla e allora mi ricordo che causa “problemi tecnici” la ricetta non l’ho mai pubblicata…  Quindi scusate la dimenticanza!!!! Dalla festa del Papà a Natale senza passare dal via!!!!!)

Non avete mai provato a fare la Sacher? All’inizio sembra complicato, la glassa deve essere perfetta, altrimenti diventa zuccherosa e appiccicosa per i denti. La vera torta Sacher originale non sglutinata non l’ho mai assaggiata quindi il mio giudice impassibile di casa, mio compagno Cristian, non che grandissimo fan della Sacher ha fatto da tester. Al terzo tentativo mi ha detto “BUONA”… QUINDI CI SIAMO! non credevooooo!!!!!!!!

Questa era per lui, fatta da me (e qualche manina in aiuto delle mie piccole)!

♥ LA TORTA SACHER ♥

 

 

Ingredienti per stampo da 22/24 cm

Difficoltà.. abbastanza! Tempo 2 h (+ tempo attesa per raffreddare la torta)

  • 70 gr di Farina mix dolci oppure farina di riso finissima per dolci
  • 70 gr di cioccolato fondente (almeno che sia al 60-75%)
  • 3 uova
  • 75 gr di burro a temperatura ambiente
  • 100 gr di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • pizzico di sale
  • 25 gr di zucchero a velo

Per la farcitura: 150 gr di confettura di albicocche

Per la copertura: 190 gr di cioccolato fondente extra (come sopra) , 125 ml di panna fresca liquida

 

Procedimento

  1. Prendi il cioccolato e spezzettalo poi mettilo in una ciotola e fallo sciogliere a bagnomaria oppure in microonde (non usare alte temperature se no si secca, fallo andare pochi secondi e mescola finche non sarà sciolto). Poi tieni da parte
  2. In una ciotola, o planetaria, metti il burro morbido con lo zucchero a velo ed il sale poi monta finché non sarà raddoppiato e cremoso.
  3. Separa i tuorli dagli albumi, metti i tuorli un pò alla volta nel burro e continua a montare con le fruste finché non saranno assorbiti bene, io in planetaria ho fatto andare per circa 10 minuti totali.
  4. Ora aggiungi il cioccolato sciolto, attenzione perché deve avere una temperatura tra i 45°-55° (se hai il termometro per alimenti è meglio, se troppo caldo farebbe sciogliere il composto di burro, contrario, troppo freddo, si addenserebbe tutto) è un passaggio delicato e fondamentale. Aggiungi a filo e continua a montare finché non sarà uniforme.
  5. Prendi gli albumi e mettili in una ciotola e montali a neve, appena iniziano a montare aggiungi lo zucchero (100 gr) e fermati non appena saranno molto densi ma non a neve fermissima, altro punto fondamentale. Fermarsi in tempo a montare! (se la torta si affloscia in cottura la colpa è degli albumi).
  6. Unisci gli albumi montati al composto di burro uova e cioccolato, fallo in due volte e mescola dal basso verso l’alto fino a renderlo omogeneo.
  7. Setacciate la farina ed incorporala al composto mescolando sempre dal basso verso l’alto, poi rovescialo in uno stampo imburrato ed infarinato e cuoci in forno PRERISCALDATO a 170° statico per circa 35-40 minuti (controlla con lo stecchino prima di sfornare). Lascia raffreddare per bene la torta.
  8. A torta fredda, capovolgila e tagliala a metà, poi copri il primo disco con metà della confettura di albicocche,  poi metti il l’altra metà della torta sopra e coprila con l’altra metà di confettura di albicocche.
  9. Prepara la ganache mettendo la panna in un pentolino fino a sfiorare il bollore, poi spegni ed aggiungi il cioccolato, mescola con la frusta ed avrai un composto ludico e impossibile da resistere!
  10. Metti la torta su una gratella e versaci sopra la ganache, delicatamente, affinché copra tutta la torta (Per essere perfetta e lucida la glassa deve avere la temperatura di 40°)
  11. Metti in frigo per circa 20 min e servi la torta, così com’è o con panna montata (senza zucchero consiglio)!

 

 

Ed anche questa è fatta! Auguri di felice giornata!!!!!

Silvia

 

 

Le mie margheritineeeee!!!! Ma come erano belle!!!!

 

 

Cavolfiore gratinato alla provola

Cavolfiore gratinato alla provola

 

Volete fare una cena con un unico piatto? Il cavolfiore alla provola sarà un pasto completo (e bello ricco) ideale per le sere d’autunno che iniziano a raffreddare le nostre case. E noi come le scaldiamo? Ma certo che sì, con il forno acceso!!!! Brave e bravi!!!

Bene, se state leggendo questa ricetta è perché avete poco tempo e volete fare una cena con proprio 3 ingredienti, facciamo 4 giusto per esagerare!!!!! pronti? Ecco qua come si fa!

 

Trucchetti per non far puzza di cavolfiore in tutta casa…

Io ho utilizzato la pentola a pressione anche per questo motivo, si diffonde appena e poi l’ho portata fuori a sfiatare. Ricordo che qualche mia zia aggiungeva un pochino di latte nell’acqua di cottura. Oppure ho visto mettere sopra al coperchio un pezzo di pane inumidito di aceto. 

 

Ingredienti per 2 persone

Facile – tempo di preparazione 30 minuti 

  • 1 cavolfiore intero
  • Provola (scegliete voi se preferite affumicata o no, io ho scelto quella dolce leggermente stagionata) circa 200 gr
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 125 ml di panna fresca
  • sale

 

cavolfiore gratinato alla provola

 

Procedimento

  1. Lava il cavolfiore intero, elimina parti rovinate ma lascialo con le foglie e tutto il suo gambo, mettilo coperto d’acqua in pentola a pressione e dopo il fischio fallo cuocere 10 minuti, poi spegni, elimina il vapore piano piano e scolalo delicatamente, lascialo sgocciolare bene (se non hai la pentola a pressione puoi sbollentarlo a pezzi in acqua bollente e scolarlo non appena diventa leggermente tenero).
  2. Intanto grattugia la provola grossolanamente, mettila in una ciotola con la panna ed il parmigiano grattugiato, se ti piace aggiungi la noce moscata ed un pizzico di sale, poi mescola bene.
  3. Prendi una pirofila da forno non tanto grande e metti dentro il cavolfiore, schiaccia con le mani affinché riempia bene la pirofila (puoi togliere il gambo nel caso sia rimasto troppo duro, poi lo appoggi nella pirofila intero e lo schiacci! farà tutto da solo)
  4. Versa la panna con i formaggi su tutto il cavolfiore e inforna a 200° ventilato per circa 10 minuti. Se vedi che si brucia abbassa il forno a 170° poi coprilo con carta forno e sopra alluminio, fai cuocere per altri 10 minuti e sforna!

Buon appetito! Silvia

Pasta con pesto e pomodori secchi fritti

Pasta con pesto e pomodori secchi fritti

 

A volte il mio frigo è come il deserto. Magari per vari inceppi nella mia quotidianità non riesco ad andare a fare la spesa e cosa succede? Che inizio a scavare nella dispensa! Ecco come è nata questa pasta.

Dunque, avevo i pomodori secchi. Poi la mia bella e grande pianta di basilico lì pronta all’uso. I pinoli in dispensa c’erano. Un pò di parmigiano e la pasta! Ecco la ricetta! Facile e super deliziosa, ne avevo fatta poca purtroppo, unico problema!

 

Partecipa al GFFD del Gluten Free Travel & living

 

 

Ingredienti per 2 persone

Facile – Tempo preparazione 15 minuti

per il pesto:

  • Una manciata abbondante di basilico fresco
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • olio extravergine q.b.
  • 200 gr di pasta senza glutine

Per i pomodori secchi fritti:

  • 5/6 pomodori secchi (quelli aperti, le metà intendo)
  • un cucchiaio di pangrattato
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

 (Salate solo l’acqua della pasta, il resto ve lo sconsiglio altrimenti berrete acqua all’infinito)

…Il tocco in più?

Aggiungi un cucchiaio di Yogurt Greco, aggiungerà freschezza al palato! Abbinamento perfetto!!!

 

Procedimento

  1. Metti su l’acqua per la pasta e mentre aspetti puoi preparare il resto.
  2. Tosta i pinoli in padella per 1 minuto e lasciali raffreddare.
  3. Pulisci le foglie di basilico ed asciugale, poi mettile nel frullatore assieme al parmigiano ed i pinoli, copri con olio e frulla per poco. Non si deve scaldare.
  4. In una ciotola metti il parmigiano ed il pangrattato con un filo di olio, poi mescola e prendi i pomodori secchi (ai miei non è servito ammollo) poi metti un cucchiaino di farcia in ogni mezzo pomodoro schiacciandolo bene bene, scalda un pò di olio in una padella e mettili a friggere per pochissimo (se non si bruceranno subito, come i miei ahahahah)
  5. Scolali su carta assorbente poi tagliali a pezzetti e lasciane uno intero per guarnire.
  6. Scola la pasta e condiscila con il pesto di basilico, aggiungi i pomodori secchi e se ti piace metti un cucchiaio di yogurt greco, lo trovo rinfrescante e perfetto!!!!

Buon appetito!

Silvia

 

 

 

 

Crostata alla panna

Crostata alla panna

 

Dal numero di Sale & Pepe di Agosto 2017, una rivista dalla quale ho imparato sempre tanto, e sfogliando ho incontrato la ricetta della Crostata alla Panna. Ho letto subito gli ingredienti e mi è sembrata di una facilità e praticità che ho dovuto provarla immediatamente!!

Le particolarità: la base della crostata è una pasta brisée con aggiunto 1 uovo, il ripieno dell’impasto è liquido! E si mette tutto a crudo nella teglia! Devo ammettere che non ero molto convinta della riuscita.. Invece, mi sono dovuta totalmente ricredere! la crema si è cotta perfettamente, non un grumo, omogenea e compatta. Una favola.

Quanto tempo ci vuole? Dopo aver fatto la pasta brisèe ci vuole almeno 1 ora di riposo, poi la crostata in forno cuoce in 55/60 minuti. Vi consiglio di farla raffreddare per bene prima di servirla, fatta il giorno prima sarebbe perfetta per degustarla al meglio!

L’ho decorata con zucchero caramellato è una spolverata di zucchero a velo, rispetto alla ricetta originale ho messo un po’ meno zucchero nella crema e niente cannella.

Ingredienti per stampo da 22/24 cm

per 8 persone – facile; tempo preparazione 10 min+1 h riposo + 1h cottura

  • 250 gr di farina (mix dolci senza glutine, oppure mescolate 125 gr di farina di riso finissima con 100 gr di farina di mais finissima e 25 gr di amido di mais)
  • 160 gr di burro freddo
  • 1 uovo
  • 5 cucchiai di acqua fredda
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di zucchero

per la crema:

  • 400 ml di panna fresca
  • 200 ml di latte fresco
  • 2 tuorli
  • 50 gr di amido di mais (o farina senza glutine, stavolta ho usato lo stesso mix dolci della base)
  • 1 baccello di vaniglia
  • 140 gr di zucchero
  • Zucchero di canna per il caramello

 

 

Preparazione

  1. Prepara la base, metti nel mixer la farina con lo zucchero ed il burro ed il pizzico di sale poi frulla fino a farlo diventare un composto omogeneo, aggiungi l’uovo e un cucchiaio di acqua fredda alla volta per regolarti sull’assorbimento. Io ho usato un mix dolci e ho aggiunto fino a 5 cucchiai, impastando ad ogni cucchiaio, ho formato una palla e coperto con pellicola poi messo in frigo 1 ora.
  2. Nel frattempo prepara la crema, metti in una ciotola la panna, il latte, poi aggiungi i tuorli e mescola, aggiungi l’interno di una bacca di vaniglia e mescola. In un’altra ciotola metti lo zucchero con la farina e mescola per bene. Versa il composto liquido nella ciotola con lo zucchero e farina, mescola bene, deve risultare un composto liscio ed omogeneo.
  3. Prendi la pasta fuori dal frigo e stendila con un matterello (io ho fatto uno spessore di circa 4 mm) poi arrotolalo nel matterello ed appoggiala nello stampo da crostata, rifinisci bene i bordi, fora con una forchetta la base poi versa il liquido piano piano (rimescolalo bene prima di versarlo).
  4. Cuoci in forno preriscaldato a 180° statico per circa 1 ora.

 

Preferisci il caramello o la cannella?

 

Nella ricetta originale era prevista la cannella, nel caso tu preferisca questo gusto (che fa molto natale, perfetto questo dolce per le merende sotto le feste) allora devi spolverare di cannella il dolce prima di infornarlo!

Se preferisci come me il caramello, una volta che la torta è sfornata metti sopra una cucchiaiata generosa di zucchero di canna, poi passa il cannello e fallo caramellizzare, oppure accendi il grill del forno al massimo e metti la torta in forno per qualche minuto.

Io ho aggiunto un pò di zucchero a velo!

Buona merenda

Silvia

 

 

Pagina 1 di 6012345...102030...Ultima »