Gnocchi ripieni di Parmigiano fondente

Gnocchi ripieni di Parmigiano fondente

Questa ricetta la dedico ai veri golosi! È una versione semplice ma super deliziosa degli gnocchi ripieni, non la solita ricotta ma un cuore cremoso e fondente a base di Parmigiano.

Per farli dovrete schiacciare una piccola quantità di impasto di gnocchi, riempirli e sigillarli bene, poi arrotondarli, come con il pongo insomma!!!! I bimbi vi potranno aiutare e si divertiranno un sacco! Mia nonna li ha sempre fatti a forma di cannelloni ma io ho voluto scopiazzare Giovanni Rana!!!! 😂😂

Qualunque forma voi scegliate saranno comunque BUONISSIMI!

Questa ricetta partecipa al Gluten Free (fri)day del Gluten Free Travel & Living, partecipa anche tu con una tua ricetta, clicca qui:Ingredienti per n. imprecisato di palline!500 gr di patate appena bollite e schiacciate

  • 150 gr di farina senza glutine (un mix pane ad esempio-quello pasta lo sconsiglio perché molti contengono xantano o guar e diventano gommosi)
  • Pizzico di sale

Se non legano aggiungete un goccio di acqua o aggiustate con farina. Purtroppo cambia a seconda delle patate che usate.

Ripieno100 gr di parmigiano reggiano grattugiato

  • Panna liquida circa 3/4 cucchiai

(Potete anche fare metà ricotta e metà Parmigiano per un gusto più leggero)

ProcedimentoPrepara gli gnocchi. Dopo aver bollito le patate schiacciale ancora calde e metti la farina e sale ed impasta velocemente. Copri con pellicola e tieni da parte.

  1. In una ciotola mescola il parmigiano con la panna, deve risultare un composto cremoso e non liquido.
  2.  Forma dei cilindretti di impasto e preleva dei pezzetti di impasto grandi mezzo palmo.
  3. Schiaccia al centro della pallina e metti un cucchiaino di crema di parmigiano poi con la punta delle dita sigilla l’impasto, poi passalo nei palmi delle mani per arrotondare la forma.
  4. Forma tutte le palline e poi cuoci in acqua bollente finché non vengono a galla.
  5. Puoi condire con un semplice sugo di pomodoro (nel mio ho aggiunto una noce di burro)

Mandatemi le foto delle vostre creazioni!!!! E seguitemi sulla pagina Facebook di Eppur non c’è! Vi aspetto

Grazie e buon appetito!

Silvia

Gnocchetti di ceci con capesante, fave e broccoli

Gnocchetti di ceci con capesante, fave e broccoli

L’impasto è sempre quello descritto nella prima versione di questi deliziosi gnocchetti di ceci, ho provato questo abbinamento e funziona!

Basta poco di tutto, non dovete fare una spesa da 500€ di pesce e verdure. Insaporite bene e vedrete che gusto!

Ingredienti

Per gli gnocchi: 300 farina di ceci, 300 gr patate bollite e 150 ml di acqua più sale. Impastate la farina con le patate e l’acqua, aggiustate di sale, formate una palla e lasciate riposare, poi formate gli gnocchi come solito.

Condimento per 4 persone

  • 5 capesante fresche
  • 5-6 baccelli di fave fresche (pulite circa 100/150 gr
  • Le cime di mezzo broccolo
  • Olio evo, sale
  • Rosmarino fresco
  • 1 spicchio d’aglio

Procedimento

  1. Fai gli gnocchi come indicato sopra.
  2. Pulisci le verdure, io ho sbucciato le fave e tolto ad ognuna la buccia, per farlo più semplice puoi tuffare le fave nell’acqua bollente e cuocerle per 2 minuti poi le sbucci come i lupini.
  3. Pulisci le capesante da sabbia e togli il callo, piccola parte dura vicino al corallo arancione.
  4. Metti in una padella un filo d’olio e uno spicchio d’aglio solo schiacciato, fai rosolare poi aggiungi le fave pulite, le cimette dei broccoli, sale e cuoci per qualche minuto a fuoco vivo facendo saltare le verdure. Poi aggiungi 2 cucchiai di acqua bollente, e fai asciugare, aggiungi rosmarino e poi per ultime metti le capesante a pezzetti, cuociono in un minuto.
  5. Cucina gli gnocchi e scolali con la ramina passandoli in padella e saltali con il condimento.

Pronti!!!

E partecipa alla raccolta del Gffd di Gluten  Free travel & living!

100% Gluten Free (fri)Day

Buon appetito ❤️

 

Gnocchetti di ceci con carciofi, vongole e pomodorini

Gnocchetti di ceci con carciofi, vongole e pomodorini

Gli gnocchi di ceci li ho conosciuti grazie allo Chef Marcello Ferrarini, infatti ho trovato la ricetta nel suo libro “Tutta un’altra pasta” , ve ne avevo già parlato qui del suo libro, troverete molte ricette interessanti. Li ho provati già qualche volta, sono diversi dagli gnocchi classici di patata, hanno una consistenza leggermente meno soffice, questo a mio avviso e spero a voi vengano perfetti, la farina di ceci mi piace molto, sia come sapore che come consistenza, quindi mi auguro vi piacciano perché sono davvero una valida alternativa a quelli classici. Inoltre sanissimi e di farine naturali e senza uova o lattosio! Perfetti per tutti.

 

Ho voluto provare degli abbinamenti particolari, qualcosa che si sposasse con i ceci, legumi, per cui ho pensato al mare. Vi proporrò anche un’altra versione.

Gli ingredienti sono pochi e di stagione, proprio quei piatti che amo fare al volo con la materia prima fresca, cercando di non sprecare nulla.


Ingredienti per gli gnocchi:

  • 300 gr di patate bollite schiacciate
  • 300 gr di farina di ceci consentita (senza glutine)
  • 150 ml di acqua
  • un cucchiaino di sale

Procedimento

  1. Prepara le patate (acqua fredda e no sale) e una volta cotte schiacciale con il passapatate, aggiungi la farina di ceci e l’acqua poi impasta, forma un panetto e lascia riposare mezz’ora.
  2. Ora prendi il panetto e forma gli gnocchi nella maniera classica, senza passarli da nessuna parte, puoi fare anche delle chicche se hai tempo, tagli piccoli pezzettini e li arrotondi con le mani. Infarinali e poi mettili su un vassoio. Puoi congelarli ed usarli quando ti servono.

 

Condimento

Ingredienti per 4 persone

Facile•preparazione 25 minuti

  • 2 carciofi
  • 2 pugni di pomodorini secchi
  • 1/2 kg di vongole (io le ho prese sfuse) meglio le piccole se le trovate.
  • 1 spicchio di aglio
  • un po’ di prezzemolo fresco (tipo 10 rametti)
  • olio evo, sale
  • se volete peperoncino
  • 650 gr di gnocchi di ceci (piatto normale)
  • 1 limone (per ammollo carciofi)

Procedimento

  1. In una ciotola metti acqua fredda ed il succo di un limone poi pulisci i carciofi, taglia il gambo e pelalo poi fai a fettine e metti a bagno nel limone, poi passa al carciofo, elimina le foglie dure esterne, taglia prima via le punte e poi dividi a metà, con un coltello togli la peluria interna e fai delle fettine sottili, metti nel limone a bagno.
  2. generalmente prima di usare le vongole le spurgo a mollo in acqua per almeno 1 ora, dopo questa operazione lavale molto bene, poi metti una padella sul fuoco, falla scaldare, versa le vongole con un pochino di acqua e copri con un coperchio, si apriranno in pochi minuti a fiamma media. Spegni, togli le vongole e filtra il liquido di cottura, se c’è sabbia buttalo, altrimenti mettilo da parte.
  3. Ora nella padella (lavata eh) metti olio e uno spicchio di aglio sbucciato e schiacciato a metà (poi lo togli), un po’ di prezzemolo tritato, i carciofi scolati e fai andare per 5 min a fuoco vivace, aggiungi un pochino di acqua calda, circa 3 cucchiai, poi metti i pomodorini secchi e fai andare per altri 5 min a fuoco medio. Spegni, aggiungi le vongole, olio a crudo e prezzemolo poi mescola.
  4. Cuoci gli gnocchi e scolali con una ramina poi mettili nella padella e saltali a fuoco vivo per 1 min.

 

Buon appetito

Silvia

Gli gnudi (gnocchi ricotta & spinaci)

Gli gnudi (gnocchi ricotta & spinaci)

gnudi2

Un piatto ricco e gustoso, adatto anche al palato esigente dei nostri piccolini! Un modo furbo per far mangiare loro gli spinaci.

Gli gnudi sono un piatto tipico toscano, facilissimi da fare, veloci e soprattutto buonissimi!

Ho letto su internet diverse ricette, ho visto che si chiamano in diversi modi a seconda delle variati e regioni. In ogni caso li definirei degli ottimi gnocchi fatti quasi come il ripieno dei ravioli!

Vediamo come farli!

Ingredienti

tempo di preparazione 20 min + 5 cottura – Facile

300 gr di ricotta fresca (io vaccina) 350 gr di spinaci lessati

2 uova

80/100 gr di farina senza glutine (potete usare metà riso e metà mais finissima , quella di grano saraceno modifica leggermente il gusto e la compattezza), altrimenti un mix per pane andrà benissimo

100 gr di parmigiano reggiano grattugiato

pizzico di sale

se volete noce moscata a piacere!

gnudi1

Procedimento

Lavate e mondate gli spinaci (andranno bene anche quelli surgelati) poi metteteli in padella a fare appassire, a fuoco lento e coperti. Se usate i surgelati il coperchio poi toglietelo per fare evaporare l’acqua. Appena morbidi lasciateli raffreddare e poi strizzateli poco poco alla volta, per bene. Tritateli fini.

Metteteli in una ciotola assieme agli altri ingredienti ed impastate prima con una forchetta per schiacciare bene la ricotta ed amalgamare le uova, poi dopo aver mescolato bene, prendete due cucchiai e prelevate un pochino di impasto, aiutandovi con l’altro cucchiaio formate una quenelles, altrimenti, bagnatevi le mani e formate le palline con il palmo, senza schiacciarle troppo, siate delicati, poi rotolatele nella farina (io mais) e adagiatele in un vassoio.

Per cuocerli basterà tuffarli in acqua bollente salata, verranno a galla in pochissimo, potete condirli come preferite. Io amo burro e salvia!

Buon appetito

Silvia

gnudi3

Gnocchi di ricotta con pomodorini capperi e zenzero

Gnocchi di ricotta con pomodorini capperi e zenzero

 

 

gnocchiricotta1

Di salute se ne parla sempre, a volte fin troppo e si finisce per non ascoltare più nessuna campana. Vedo gente che chiude sempre di più gli occhi su quello che mangiamo, smettendo di porsi le domanda più ovvia: sarà sano quello che mangiamo? Sappiamo tutti quanti la risposta. NO. Purtroppo è così, non crediate che io sia pessimista, anzi, di spirito sono tutt’altro. Ma devo ammettere che da quando sono mamma mi sento molto più acuta ad approfondire e, senza ombra di dubbio, la mia responsabilità verso le mie figlie mi spinge a sforzarmi di trovare strade alternative. Scendere a meno compromessi possibili, pur cercando di non estremizzare perché, a volte, non serve. Siamo in un’epoca dove viviamo all’ordine del giorno la frode alimentare, non è sempre così per fortuna, ma le nostre orecchie sono, purtroppo, quasi abituate a sentir parlare di truffe nel mondo del cibo. Non c’è più rispetto verso il cibo a partire da chi ne fa interessi. Per cui come mai potremmo riuscire a mangiare sano? Per non parlare dell’ambiente, talmente inquinato da non poter creare cose sane neanche in agricoltura biologica. Diciamoci la verità. Se l’aria che respiriamo e l’acqua che beviamo sono contaminate… come potrà non esserlo il resto? Saranno meno probabilmente…

Io spingo per fare più cose possibili in casa, è vero, ho tempo, ma bisogna pur trovarlo. Ho creato ricette veloci e da fare nel weekend per surgelare i vostri prodotti e mangiarli settimanalmente.  Sarà difficile eliminare dall’alimentazione tutte le cose che fanno male, ma promuoviamo l’alimentazione sana, riduciamo il consumo di schifezze.. e già un beneficio lo troveremo!

Per questo ho ideato la settimana senza prodotti glutenfree pronti. Perché vorrei intanto sensibilizzare tutti a provare naturali alternative, poi ricordiamoci che non ci sono solo celiaci in Italia ma anche moltissimi intolleranti che non hanno diritto ai buoni e sono costretti a provare alternative perché non è possibile spendere cifre assurde per comprare prodotti dietoterapeutici (e qui dico a voi intolleranti… davvero la considerate una sfiga non avere diritto al buono????) 😉

940933_1044605095596139_1378990105904064479_n

La ricetta di oggi non poteva che essere fatta di farine naturali. Quindi tutti quanti potrete provarla, le farine sono naturali e le troverete ovunque.

Ingredienti

250 gr di ricotta di mucca sgocciolata

80 gr di parmigiano reggiano grattugiato

80 gr di farina di riso

80 gr di farina di mais

1 uovo

sale

per il condimento (per 4 persone)

20 pomodorini piccadilly (o il doppio se datterini)

1 cucchiaio di capperi (sottosale, lasciateli a mollo in acqua per dissalarli)

1 spicchio di aglio

radice di zenzero fresca

sale, olio extravergine di oliva

gnocchiricotta2

Procedimento

Per fare gli gnocchi farete molto presto dato che non servono patate.

Mettete in una ciotola la ricotta, il parmigiano e schiacciate con una forchetta, poi aggiungete le farine e l’uovo, mescolate delicatamente poi mettete su una spianatoia e impastate, sempre delicatamente, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Fate gli gnocchi e tagliateli piccoli, poi passateli nella farina di mais per non farli attaccare.

Per preparare il condimento mettete in una padella un goccio di olio, schiacciate l’aglio a mano, togliete il germoglio e mettetelo interno ad insaporire l’olio poi andrà tolto.

Buttate i pomodorini tagliati a pezzetti e rosolate, aggiungete i capperi e fate cuocere per circa 10 minuti, se vedete che si asciuga troppo aggiungete un pochino di acqua calda, magari l’acqua della pentola degli gnocchi che intanto avrete messo sul fuoco per portarla a bollore.

Tuffate gli gnocchi in acqua bollente salata ed aspettate che salgano a galla, scolateli con una ramina e passateli nella padella con il sugo caldo, saltateli qualche istante poi serviteli con una grattugiata di zenzero fresco! (per chi non lo sapesse, lo zenzero va pelato e grattugiato solo nella parte più esterna).

 

Buon appetito!!! Vi aspetto su Facebook alla pagina Eppur non c’è oppure su instagram eppurnonceglutine per condividere con hashtag #settimanasenzaprodottiglutenfree le vostre idee ed alternative a prodotti pronti!!!!

 

Grazie a tutti di cuore

Silviagnocchiricotta

 

Gnocchi gratinati (quasi alla Parigina)

Gnocchi gratinati (quasi alla Parigina)

 

DSC_5305

Siete già catapultati nello spirito natalizio come me? AAAAhhhh che bello, il periodo dell’anno che più preferisco! Lucine, colori dorati e rossi ma soprattutto… calorie ahahahahaa!!!! Tanto il 6 gennaio arriva presto quindi godiamocela perché già sento le pubblicità dei vari prodotti per dimagrire che prenderanno il posto delle canzoncine di Babbo Natale… Il 7 gennaio non iniziano i saldi. No. Inizia la corsa alla prova costume. E’ vero!??!??! Hanno rotto le cosiddette… ma andiamo con calma! Ora c’è il Natale. Non dovete abbuffarvi, ma dico solo che se volete togliervi un voglino potete farlo, mangiate con gusto, con calma. ASSAPORATE. Non ingozzatevi e mangiate meno e lentamente. Vedrete che la sazietà arriverà, il vostro pancino sarà deliziato e soprattutto non starete sei ore a panza all’aria sul divano per riprendervi.

Gli gnocchi alla parigina, gli originali, sono gnocchi di farina e acqua. Io li ho provati una sola volta ma non sono venuti come credevo, forse colpa della farina senza glutine? Non ho termini di paragone perché nella mia vita da non celiaca non ho fatto in tempo ad assaggiarli…

Prendo quindi ispirazione dal piatto originale, modificandolo a mio piacere, saranno semplici gnocchi di patate gratinati più o meno. Ma tanto buoni!!!

Potrete prepararli il giorno prima e passarli in forno prima di servirli.

DSC_5299

Ingredienti per 4 persone

800 gr di gnocchi di patate senza glutine (qui la ricetta)

Besciamella:

500 ml di latte

2 cucchiai di burro

noce moscata

50 gr di amido di mais

30 gr di burro

per il condimento:

100 gr di formaggio Emmental grattugiato grossolanamente

50 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

 

Procedimento

Per prima cosa preparate la besciamella, mettete il burro in un pentolino e fate sciogliere, aggiungete l’amido di mais e mescolate bene, poi aggiungete il latte, pizzico di sale e noce moscata, fate cuocere per circa 5 min. Spegnete e trasferite in una ciotola e coprite con pellicola appoggiata direttamente sulla besciamella.

Fate cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e quando galleggeranno prelevateli con una ramina e metteteli in una ciotola.

Prendete una teglia di ceramica (così potrete anche servirli direttamente in tavola), mettete sul fondo della besciamella, poi prendete gli gnocchi appena scolati e mescolateli con besciamella ed i formaggi, rovesciateli nella teglia, mettete altra besciamella, una spolverata di parmigiano e dei fiocchetto di burro così verrà una crosticina dorata buonissima.

Mettete in forno a 180° per circa 15 minuti e saranno pronti! Servite dopo qualche minuto per evitare ustioni!!!!

Buon appetito! Ciaoooo

Silvia

DSC_5303

Pagina 1 di 3123