Spaghetti con tonno, datterini, spinaci e avocado

Spaghetti con tonno, datterini, spinaci e avocado

Gli spaghetti li adoro! Sono un alimento veramente versatile e si presta a qualsiasi tipo di ricetta! Lo sapevate che sono un formato di pasta antichissimo? Più o meno intorno al 1100 d.c. in Sicilia, si iniziavano a produrre dei fili che sono poi diventati, nel corso dei secoli, con l’aiuto della meccanizzazione, a Napoli, nel 1824 vennero riconosciuti e battezzati spaghetti, gli spaghetti che noi tutti conosciamo al giorno d’oggi! Ecco perché vorrei proporvi una raccolta con le ricette che ho proposto in questi due anni.

Questi sono davvero rapidissimi da fare, le ricette di pasta cerco di farle tutte così, con condimenti da preparare mentre cucinate la pasta, per mangiare fresco, sano e in poco tempo! Il massimo con poco sforzo!

Che adoro l’avocado ve l’ho già detto almeno 100 volte, per cui se posso abbinarlo a qualcosa ben venga, è un frutto preziosissimo e di una bontà unica.

 

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti senza glutine (io ho usato circa 80/100 gr a testa)
  • 1 avocado maturo
  • 2 pugni di spinacini baby
  • 10 pomodorini datterini
  • 200 gr di tonno sottolio
  • cipolla, olio Evo, sale
  • per profumare buccia di limone NON TRATTATO grattugiata (io ho trovato il bergamotto e ci stava da favola)

 

Procedimento

  1. Metti sul fuoco l’acqua, abbondate, per gli spaghetti e quando bolle tuffali, aggiungi un cucchiaio di olio di semi per non farli attaccare, mescola bene e falli cuocere.
  2. Lava e asciuga gli spinacini, poi tagliali un po’ grossolanamente. Lava i pomodorini e tagliali in 4 o metà se sono molto piccoli.
  3. In una padella metti un pochino di olio con cipolla affettata fine e scalda, poi aggiungi i pomodorini e sale, falli cuocere per 2 minuti a fuoco vivo poi aggiungi gli spinacini ed il tonno sgocciolato. Fai cuocere per pochi minuti a fuoco vivo e poi spegni.
  4. Scola la pasta e mettili nella padella assieme al sugo, fai saltare pochissimo poi spegni, aggiungi l’avocado tagliato a cubetti e mescola bene, impiatta e sopra alla pasta aggiungi un po’ di profumo grattugiando buccia di limone o bergamotto se lo trovi! Un filo di olio a crudo e via! Pronti in tavola!

 

Buon appetito!

Silvia

Il Miglio d’inverno

Il Miglio d’inverno

Vi presento il piatto che ho ideato per lo Show Cooking di Molino Rossetto per il Gluten Free Expo di Rimini

L’ho chiamato il miglio d’inverno, di solito le insalate sono un po’ insolite ma perché no? Usando le verdure di stagione combinate con frutta secca e bacche fresche, vi stupirà! E’ semplice, io ho preparato 30 porzioni in 30 minuti, voi a casa lo farete in un lampo, usando solo una pentola per il miglio ed una padella per gli altri ingredienti. Se poi volete stupire i vostri ospiti vi consiglio la cialdina di ceci e mandorle, io non potrò  mai più farne a meno!
Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di miglio Molino Rossetto
  • 2 avocadi maturi
  • 2 carciofi freschi
  • 1 sacchetto di mirtilli rossi secchi (cranberries americani)
  • 1 vaschetta di ribes freschi
  • 2 lime
  • 1 radicchio tardivo (o lungo)
  • 50 gr di mandorle non pelate
  • 50 gr di farina di ceci Molino Rossetto
  • 50 gr di farina di mandorle Molino Rossetto
  • 3 rametti di rosmarino fresco
  • 30 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 cipolla bianca
  • olio evo, sale

Procedimento

  1. Portate a bollore acqua bollente e salatela poi versate il miglio (lavato e sgocciolato) e fate cuocere per circa 18 minuti, scolatelo e tenetelo da parte.
  2. Nel frattempo che il miglio cuoce lavate le verdure, pulite i carciofi, prima tagliate il gambo, poi pulite la parte sotto ed eliminate le foglie esterne più grosse, appena diventano più chiare e tenere tagliate la cima quasi fino a metà del carciofo, poi tagliatelo a metà e pulite appena sopra il cuore, dove ci sono dei piccoli petali pelosi, eliminate per bene tutta quella parte. Affettateli finissimi e metteteli in una ciotola, poi bagnateli con il succo di mezzo lime.
  3. Mettete i cranberries a mollo in acqua calda, si ammorbidiranno.
  4. Tagliate a metà il radicchio e fate a pezzi grossolani e tenete da parte.
  5. Pulite gli avocado maturi, uno usatelo a fette, per l’insalata, quindi sbucciatelo, togliete il nocciolo e tagliatelo a metà, fate delle fettine spesse meno di mezzo cm e tenete da parte.
  6. Con l’altro fate una crema, sbucciatelo e mettetelo a pezzi in un bicchiere da frullatore ad immersione, poi aggiungete un cucchiaio di olio e 1/4 di cipolla bianca a pezzetti, un pizzico di sale e frullate ad immersione. Tenete la crema da parte.
  7. Versate un filo di olio nella padella e mettete sul fuoco poi fate saltare i carciofi per 5 min a fiamma viva, togliete dalla padella e mettete da parte, ora fate saltare il radicchio con filo di olio e pizzico di sale, poi togliete e mettete con i carciofi.
  8.  Ora fate tostare le mandorle in padella per circa 2 minuti, poi toglietele e fatele a fettine fini fini ed aggiungete al resto.
  9. Ora è il turno dell’avocado, fatelo rosolare in padella senza olio, deve arrostirsi un po’, poi toglietelo dal fuoco e tagliatelo a pezzi, aggiungetelo al resto.
  10. Quando il miglio è cotto mescolatelo con le verdure e saltatelo in padella per qualche minuto. Aggiungete il ribes fresco ed il cranberries reidratato e strizzato. Se volete la buccia grattugiata del lime (solo se biologico, mi raccomando).

Per la cialda:

  1. Accendete il forno ventilato a 180°,  in una ciotola mescolate la farina di ceci con la farina di mandorla ed il parmigiano, poi aggiungete qualche cucchiaio di acqua tiepida per rendere il composto morbido (come una polentina) poi aggiustate di sale e mettete qualche ciuffetto di rosmarino.
  2. Spalmate su carta forno uno strato di appena qualche mm ed infornate. Appena ai bordi diventa scuro toglietelo dal forno, aspettate un attimo e spezzatelo in pezzi.

Per la composizione del piatto:

Sul fondo mettete la crema di avocado, una cucchiaiata generosa, poi mettete il miglio saltato con le verdure, guarnite con ribes e rosmarino ed infine la cialda.

Buon appetito

A presto, Silvia



Mezzo Pacchero con Avocado, Salmone e piselli

Mezzo Pacchero con Avocado, Salmone e piselli

Questa volta era avanzato salmone dalla cena fatta la sera prima e l’ho riutilizzato per una pasta fresca e sanissima! Abbinare salmone ed avocado credo sia come immergersi in una vasca piena di prodotti di bellezza per la cura del corpo!

In più è buona, leggermente dolce, col gusto importante del salmone, ma allo stesso tempo delicato.

Ecco come si fa! Bando alle ciance!
Ingredienti per 4 persone

320 gr di mezzi Paccheri al teff

1 fetta di salmone

4 cucchiai di pisellini (surgelati vanno bene)

1 avocado ben maturo

Menta fresca

Sale, olio evo
Procedimento

Per prima cosa fate bollire mezzo pentolino d’acqua, salate e tuffate i pisellini per 5 minuti. Scolateli e fateli raffreddare.

In una padella fate cuocere la fetta di salmone, potete insaporirla con pepe macinato grosso e sale. Un filo d’olio e fatela cuocere per circa 8 min.

Mettete su l’acqua per la pasta e poi cuocetela.

Pulite l’avocado e frullatene una metà ad immersione insieme ai pisellini e ad un filo d’olio evo.

Scolate la pasta e conditela con la crema di piselli e avocado, prendete la fetta di salmone e pulitela da pelle ed eventuali lische, fate dei bocconcini con la mano e uniteli alla pasta. Qualche fogliolina di menta ed il mezzo avocado a pezzetti ed è pronta!

Buon appetito!

Silvia

Crostini con avocado e salmone affumicato

Crostini con avocado e salmone affumicato

crostini salmone avocadoVolete fare uno stuzzichino diverso dal solito ma soprattutto iperveloce?

Se vi piace il salmone affumicato ecco una variante. Amo i crostini con il burro ma se volete provare questa versione con l’avocado rimarrete piacevolmente sorpresi. Leggeri e deliziosi, colorati ed invitanti!

Ecco per voi questi piccoli bocconcini sfiziosi per voi ed i vostri ospiti!

Ingredienti per 4 persone

8 fette di pane glutenfree ai cereali (io ho usato le ciabattine rustiche Schar)

1 confezione di salmone affumicato

1 avocado maturo

1 lime

1 vasetto di yogurt greco intero

sesamo nero ed erba cipollina per guarnire

sale

DSC_4920

Procedimento

Sbucciate l’avocado e schiacciate la polpa con una forchetta, poi aggiungete il succo di mezzo lime, aggiustate di sale.

Tostate il pane e fatelo bello croccante.

Spalmate sul pane la crema di avocado, adagiate le fette di salmone affumicato, guarnite con un cucchiaino di yogurt greco, un pizzico di sesamo nero e qualche filo di erba cipollina.

Più veloce di così!

Ciao

Silvia

DSC_4924

La Guacamole. Cibo degli Dei

La Guacamole. Cibo degli Dei


Ora che vedo la foto della guacamole sento quasi la necessità di mangiarla! Non la conoscete? Dovete rimediare!

Prima cosa la scelta del frutto. Io ne trovo solo di poco maturi in giro, ma basterà tenerli fuori frigo per qualche giorno ed aspettare che il polpastrello affondi nella buccia, poi saranno pronti per essere consumati.
L’avocado è davvero un frutto meraviglioso, ve ne ho già parlato nel post della pasta alla crema di avocado, qui la ricetta se ve la siete persi.

Per fare questa salsa messicana divina ci vogliono pochi ingredienti, potete farlo a mano se il frutto è alla giusta maturazione, oppure aiutarvi con un frullatore ad immersione in caso sia un pochino indietro.


L’avocado è un frutto molto oleoso e non ci sarà bisogno di aggiungere olio.


Sicuramente se organizzate un aperitivo o buffet dovete farla! Qui trovate le altre mie proposte per una serata in compagnia.

Ingredienti

2 avocado maturi

1 cipolla bianca media
1 peperoncino halapeno (oppure un peperoncino di vostro gusto)
2 lime
sale
coriandolo fresco (facoltativo)
gocce di tabasco (facoltativo)

Procedimento


Tagliate in due l’avocado e con un cucchiaio estraete la polpa, se è matura al punto giusto sarà come burro a temperatura ambiente. Se è dura pelate l’avocado come una pera e tagliatelo a pezzettini. Se presenta filamenti legnosi allora è troppo maturo. In questo caso mangiate solo la parte salvabile.

Schiacciate la polpa con una forchetta e aggiungete cipolla e peperoncini tritati. Altrimenti passate tutto con il frullatore ad immersione, in questo modo avrete anche una piccantezza omogenea. Attenzione solo a non frullare troppo altrimenti diventerà un po’ liquefatto. Deve rimanere corposo.
Aggiungete il succo dei lime, il sale e se li avete anche il tabasco e il coriandolo fresco, circa 3 rametti tritati fini.

Accompagnateli con nachos di mais, oppure con il pane carasau. 

N.B. Sul mercato di nachos da prontuario non ne ho trovati, ma sono fatti di mais quelli che ho preso io. Se non siete sicuri optate per qualche variante come il pane Carasau senza glutine di Madrigali. Oppure la cosa perfetta sarebbe il platano fritto, è una specie di banana, si compra acerba e si taglia a fette e si friggono. Chi è stato in Messico sa che se dico che sono la sua morte è la pura verità!!!!

Gustatevela e non ve ne pentirete!!


Ciao a tutti!!!!

Silvia

Pagina 1 di 212