Frittatine di Spaghetti con asparagi e patate viola

Frittatine di Spaghetti con asparagi e patate viola

 

Una delle mie cose preferite e che però rimando sempre è un bel picnic. Amo l’idea del picnic, fa molto film, arrivare in un bel prato tra boschi, ruscelli e colline, stendere il plaid a quadrettoni bello caldo di lana, tirare fuori il cestino con tutto il ben di Dio mono porzione predisposto con cura a casa, tovaglioli arrotolati con dentro forchettine e coltelli di legno, la fiaschetta con buon vino e poi noi.

Quindi cosa c’è di più comodo di qualcosa a base di frittata per un picnic? Buoni anche freddi, io li faccio il giorno prima e poi li lascio a temperatura ambiente qualche ora prima di mangiarli, saranno perfetti.

I miei cestini di spaghetti con frittata, asparagi e patate viola sono buonissimi, leggeri e croccanti!

Ecco la ricetta!

Ingredienti x 4 persone (12 cestini)

Facile – tempo preparazione 40 minuti 

  • 250 gr di spaghetti senza glutine (io ho usato i nuovi di Felicia di lenticchie gialle)
  • 4 uova
  • 1 mazzo di asparagi
  • 2 patate viola
  • un po’ di cipolla, olio evo, sale
  • Formaggio grattugiato circa 6 cucchiai (parmigiano o pecorino se volete sapore più deciso)

 

Procedimento

  1. Per prima cosa pulisci gli asparagi, taglia via la parte dura del gambo, poi tagliali a fettine sottili, tranne le punte, lasciale intere.
  2. Pela le patate viola e tagliale a dadini piccolini, poi trita un pochino di cipolla e metti tutto in una padella con un filo di olio, fai soffriggere per qualche minuto ed unisci gli asparagi, aggiusta di sale e fai cuocere a fuoco medio per circa 5 minuti.
  3. Metti su abbondante acqua e cuoci gli spaghetti al dente, una volta pronti scolali e condiscili con le verdure.
  4. In una ciotola sbatti le uova con il formaggio, se vuoi puoi mettere un pochino di noce moscata, oppure aggiungere altro formaggio come emmental grattugiato, per avere ancora più gusto!
  5. Prendi gli spaghetti (non devono essere caldi, mi raccomando) e mettili insieme alle uova e mescola tutto molto bene, amalgamando bene, se ti sembra asciutto aggiungi un altro uovo già sbattuto, aggiusta di sale.
  6. Imburra e metti pangrattato in una teglia da muffins (oppure usa pirottini o staccante spray) poi preleva un po’ di spaghetti arrotolandoli, aggiustali e metti sopra qualche verdurina, riempi tutti gli stampi e inforna a 180° per 10/12 minuti, controlla che rimangano dorati e non si bruciacchino.
  7. Sforna e via! Sono pronti! Se li fai per un picnic falli raffreddare bene prima di metterli eventualmente in un contenitore ermetico, in modo che non facciano condensa e si affloscino!

 

 

Buon picnic!

P.s. In queste foto ho utilizzato i piatti ed i bicchieri del servizio ricevuto in dono per le nozze dei miei nonni Vincenza e Girolamo, hanno più di 70 anni! Mia nonna, prima di andarsene, me li regalò. Ci tengo molto. Ho voluto omaggiarli così, dedicando a loro questa ricetta.

Silvia

 

 

 

Frittata con pomodorini, feta e patate all’origano fresco

Frittata con pomodorini, feta e patate all’origano fresco

Buon mercoledì gente! Siamo quasi alla fine di aprile e le nostre dita sono incrociate affinché maggio porti con se una serie infinita di giornate piene di sole, caldo, il vero inizio della bella stagione. Finora abbiamo avuto solo qualche assaggio e vi dirò che la lotta tra metti il piumone e togli il piumone è stata infinita. Ormai l’ho definitivamente parcheggiato e spero sia arrivata l’ora della leggerezza.
E visto che parliamo di leggerezza il tutto si unisce ai sapori della tavola.
Sì perché col caldo, si sa, viene voglia di arricchire i pasti con verdure fresche e ricche di vitamine. Mangiare cose elaborate non aiuta certo a sopportare il caldo, per cui bisogna sempre reinventarsi ed adeguare quello che mangiamo con la stagione a cui andiamo incontro.
Primavera a me fa venire in mente le frittate. Sarà perché sono versatili, buone fredde, adatte per picnic. Comunque sia, la frittata è la regina della primavera per me!


Oggi ve ne propongo una versione un po’ diversa dal solito, semplicissima, buonissima, e bella da vedere con i suoi pomodorini che spiccano.

Fate mai le frittate? Io la adoro in mezzo a due fette di pane. Mia nonna la faceva spesso con la ricotta, non troppo schiacciata così da sentire i pezzi soffici all’interno, con le patate fresche fritte o con i carciofi.  Pagherei per poterne mangiare ancora un pezzo delle sue frittate. Ma per fortuna, cocciuta com’era, prima di andarsene mi ha lasciato tutti i suoi segreti in cucina, come se avesse sempre saputo che io avrei portato avanti le sue tradizioni. Ricordo che fino a poco prima di andarsene insistette affinché vedessi come si facevano gli gnocchi ripieni. Un giorno li farò anche per voi, Ne sarà fiera da lassù.

La frittata di oggi, dicevo, incontra sapori classici, patata e pomodoro, ma con un tocco di Mediterraneo, ho messo feta e origano fresco. Che profumo! Da rifare quanto prima.

Ingredienti 

5 uova
2 cucchiai di parmigiano reggiano
3 pomodorini Piccadilly o 4 ciliegini
1/2 fetta di feta
1 patata bollita grande
1/2 cipolla di Tropea
Olio Evo
Sale
Origano fresco (ma andrà bene anche quello secco)

Procedimento

Pelate la patata bollita (possibilmente fatta il giorno prima, sarà soda e si potrà saltare in padella senza che si disfi) tagliatela a fette, tagliate anche la mezza cipolla a fette non troppo sottili, rosolate il tutto in padella con un cucchiaio di olio per qualche minuto.
Toglietele dalla padella e mettetele da parte. Lavate i pomodorini e tagliateli in tre pezzi o metà a seconda della grandezza.
In una ciotola sbattete 5 uova, aggiungete il parmigiano, il sale e montate un po’.
A questo punto aggiungete alle uova la feta spezzettata a mano, le patate rosolate e l’origano.
Scaldate un altro cucchiaio di olio nella padella dove avete rosolato le patate e versate il composto, sistemate sopra i pomodorini e cuocete a fuoco basso per circa 8 min, coprite con un coperchio così si gonfierà, non si brucerà sotto e il composto arriverà ad asciugarsi in superficie.
Una volta rappreso rovesciate la frittata con l’aiuto di un piatto (per chi non l’avesse mai fatto, consiglio di mettersi sopra al lavello, togliete tutto da dentro chissà vi cade, almeno potrete recuperarla.. ricordo ancora la mia finita a mollo!!) fatela scorrere sul piatto e poi capovolgetela dentro alla padella.
Cuocetela poco, essendo già asciutta avrà solo bisogno di rosolarsi.

Guarnite con qualche ciuffetto di origano fresco, sentirete che profumo! Allora la rifate? Vi aspetto!!!!
Buona giornata a tutti voi.
Ciao, Silvia

Frittatone di Pasqua. Carciofi, zucchine e formaggi

Frittatone di Pasqua. Carciofi, zucchine e formaggi

 

Visto che dal 23 al 29 marzo è la settimana Meat Free sto provando varie cose, senza carne si possono fare diversi piatti, per chi è abituato la sera a fare una bistecca e un po’ di insalata diventa certo più laborioso, ma vale la pena, anche per chi è un carnivoro convinto, fare una pausa, provare alternative. Senza entrare in merito a mille questioni…

Io questa settimana partecipo. 
Lunedì ho fatto un riso con lenticchie e porro. Molto gustoso, molto proteico.
Martedì questa super frittata super ricca. Un’idea da proporre anche per Pasqua, per un brunch, tagliata a fette in mezzo ad un panino per un picnic.
La frittata è sempre buona, anche fredda. Questa però appena fatta è il top, sentirete la crosticina croccante del formaggio e la morbidezza dello squaquerone.
Ovviamente potrete variare formaggi e verdure a piacere. Io l’ho fatta così perché avevo queste cose in casa.
Generalemente non sono una che va a far la spesa e compra in base a quello che mangerà, no. Di solito prendo un po’ di cose basilari (passata, uova, burro) più svariate verdure di stagione, poi carne e pesce a seconda dei vari giorni. Apro il frigo e per me è quasi sempre come stare a Masterchef ed avere una Mistery Box!! O come dice Bastianich, la Mistery Baaaaaacs.



Ingredienti per una frittatona
stampo diametro 18 cm, così viene bella alta.

10 uova
200 gr squaquerone
150 gr emmental
75 gr Parmigiano Reggiano
sale q.b.
1 zucchina
3 carciofi
1/2 cipolla
olio

Procedimento

Lavate e mondate la zucchina poi tagliatela a cubetti piccoli. Lavate e togliete le foglie più dure del carciofo, tagliate la cima e pulite il cuore dalla peluria interna. Tagliatelo a fettine sottili. Affettate finemente un po’ di cipolla e mettetela a soffriggere in una padella con un po’ di olio, aggiungete le verdure e salate. Saltatele per circa 10 minuti.
Tenetele da parte lasciando che raffreddino.
Accendete il forno a 170° ventilato.
Grattugiate finemente il Parmigiano mentre l’emmental grattugiatelo nella parte a fori grossi della grattugia. 
Aprite le uova in una ciotola capiente e sbattetele per gonfiarle un po’, poi aggiungete il parmigiano, mescolate, l’emmental, mescolate ed amalgamate. Nella terrina dove avete le verdure aggiungete lo squaquerone e mescolate bene, schiacciatelo ma che rimanga qualche pezzo grossolano. Aggiungete tutto alle uova e formaggio, mescolate rapidamente e versate in uno stampo foderato di carta da forno bagnata e strizzata, ben sistemata. 
Cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 35-40 minuti. Deve essere bella gonfia e dorata. 
Trascorso il tempo non aprite il forno completamente altrimenti potrebbe sgonfiare, per cui aprite piano e lasciate lo sportello leggermente aperto per qualche minuto. Se non sgonfia sfornatela e lasciatela riposare.


Io l’ho servita con degli spiedini di zucca e cipolle piatte, leggermente gratinate.
Patate al cartoccio con yogurt greco e tartufo. 
Ottimo per un brunch!
Ciao
Silvia