Pasta con tonno fresco e limone

Pasta con tonno fresco e limone

cover pasta tonno

 

Quest’anno tutti i miei amici se ne sono andati a fare le ferie in… Sicilia! La zona più quotata quest’anno è stata, senza dubbio, San Vito Lo Capo e la riserva dello Zingaro, a seguire Favignana. Non mi dite che… Anche voi?

Ho molti parenti ed amici giù in Sicilia e quello che sta accadendo, come in altre parti di Italia purtroppo, è devastante. Incendi ovunque, di natura dolosa, la cosa ancora più grave. Sapere di tutte queste persone in pericolo mi fa tremare, figuriamoci voi che ci vivete. Mi dispiace davvero tanto e sappiate che vi ho nel cuore. Un pensiero per voi. Sempre.

Per chi mi segue e ha letto le mie storie (in molte delle ricette che scrivo…) sa che il mio cognome ha origini (ben piazzate) in Sicilia, i miei nonni erano di Alcamo e porto nel cuore questa terra, come se fosse mia. Sono stata diverse volte ma l’ultima risale al 2005. Non si può aspettare così tanto per tornare, devo rimediare!

La voglia di Sicilia però ha una cura …

Ecco la mia pasta che profuma

di Mare e Terra!

 

piatto pasta tonno

Questa pasta è semplicissima, procuratevi della materia prima ottima e sentirete che sapori meravigliosi!!!

Il tonno, mi raccomando che sia freschissimo. Consumatene poco poco all’anno. Sia per la vostra salute (è un pesce ricco di metalli pesanti, come il pesce spada) e per loro, non dobbiamo saccheggiare il mare andando a sbaffo. Ci vuole buon senso! Sosteniamo la buona pesca. Non quella che devasta tutto.

I limoni, rigorosamente bio, non trattati mi raccomando! La buccia lucida che vedete nei limoni, normalmente, è una patina assolutamente non commestibile, non basterà lavarli, quelli vanno bene solo per il succo! Chiedete sempre al fruttivendolo di darvi solo limoni non trattati. Durano molto meno, ma voi compratene pochi e più spesso!

I capperi, scegliete quelli che preferite, se trovate quelli di Pantelleria siete a cavallo! Io ho trovato dei capperi interi quasi freschi! Buonissimi! E ho di recente scoperto che nel mio paesino, dove c’è una rocca medioevale, nelle mura crescono i capperi e ho notato che nel periodo dei frutti ci sono le signore che vanno a raccoglierli!! Proverò anche io!

La pasta che ho usato io è di Pastaio Maffei, me l’hanno inviata in omaggio per assaggiarla, devo dire che sono rimasta sorpresa, primo perché non amo le paste pronte e credevo sarebbe stata l’ennesima fregatura che si spappolava in acqua invece no, perfettamente al dente in meno di 2 minuti, poi perché non è acida, per nulla! Cosa che invece ho riscontrato in altre paste simili di altri produttori. Quindi per me è siiiiiiii, la accendiamo!

 

pasta maffei

 

Ingredienti per 2 persone

facilissima – tempo preparazione 10 minuti

  • 1 confezione di Maccheroni Pastaio Maffei (cuociono in 2 minuti)
  • 1 fetta di tonno fresco spessa 2 cm
  • 1 cipolla di tropea
  • 1 limone bio non trattato
  • una manciata di capperi
  • olio evo e sale
  • basilico fresco

 

pasta tonno limone

 

Procedimento

  1. Affetta la cipolla di Tropea a fettine sottili e mettile in padella con un filo di olio, poi aggiungi il tonno tagliato a dadini e sala. Fai rosolare per qualche minuto poi aggiungi i capperi (io li sciacquo, sia che siano sotto sale che sott’aceto) e spegni
  2. Aggiungi il basilico tagliato fine e la buccia di un limone bio.
  3. Cuoci la pasta in abbondante acqua salata e dopo circa 2 minuti scolali e saltali in padella con il tonno.

Consiglio:  puoi aggiungere anche una parte croccante (io ci ho pensato solo dopo, avevo in mente i pistacchi ma li ho dimenticati… che vi devo dire, eeeeh capita anche a me hahaahha) , potete scegliere frutta secca che preferite, io consiglio i pistacchi sgusciati oppure le mandorle con la buccia, leggermente tostate e tagliate grossolanamente con il coltello prima di metterle sulla pasta!

 

Buon appetito

ed un abbraccio speciale ai miei Siciliani del cuore!!!!!

 

 

 

Spaghetti con tonno, datterini, spinaci e avocado

Spaghetti con tonno, datterini, spinaci e avocado

Gli spaghetti li adoro! Sono un alimento veramente versatile e si presta a qualsiasi tipo di ricetta! Lo sapevate che sono un formato di pasta antichissimo? Più o meno intorno al 1100 d.c. in Sicilia, si iniziavano a produrre dei fili che sono poi diventati, nel corso dei secoli, con l’aiuto della meccanizzazione, a Napoli, nel 1824 vennero riconosciuti e battezzati spaghetti, gli spaghetti che noi tutti conosciamo al giorno d’oggi! Ecco perché vorrei proporvi una raccolta con le ricette che ho proposto in questi due anni.

Questi sono davvero rapidissimi da fare, le ricette di pasta cerco di farle tutte così, con condimenti da preparare mentre cucinate la pasta, per mangiare fresco, sano e in poco tempo! Il massimo con poco sforzo!

Che adoro l’avocado ve l’ho già detto almeno 100 volte, per cui se posso abbinarlo a qualcosa ben venga, è un frutto preziosissimo e di una bontà unica.

 

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti senza glutine (io ho usato circa 80/100 gr a testa)
  • 1 avocado maturo
  • 2 pugni di spinacini baby
  • 10 pomodorini datterini
  • 200 gr di tonno sottolio
  • cipolla, olio Evo, sale
  • per profumare buccia di limone NON TRATTATO grattugiata (io ho trovato il bergamotto e ci stava da favola)

 

Procedimento

  1. Metti sul fuoco l’acqua, abbondate, per gli spaghetti e quando bolle tuffali, aggiungi un cucchiaio di olio di semi per non farli attaccare, mescola bene e falli cuocere.
  2. Lava e asciuga gli spinacini, poi tagliali un po’ grossolanamente. Lava i pomodorini e tagliali in 4 o metà se sono molto piccoli.
  3. In una padella metti un pochino di olio con cipolla affettata fine e scalda, poi aggiungi i pomodorini e sale, falli cuocere per 2 minuti a fuoco vivo poi aggiungi gli spinacini ed il tonno sgocciolato. Fai cuocere per pochi minuti a fuoco vivo e poi spegni.
  4. Scola la pasta e mettili nella padella assieme al sugo, fai saltare pochissimo poi spegni, aggiungi l’avocado tagliato a cubetti e mescola bene, impiatta e sopra alla pasta aggiungi un po’ di profumo grattugiando buccia di limone o bergamotto se lo trovi! Un filo di olio a crudo e via! Pronti in tavola!

 

Buon appetito!

Silvia

Gnocchetti di ceci con capesante, fave e broccoli

Gnocchetti di ceci con capesante, fave e broccoli

L’impasto è sempre quello descritto nella prima versione di questi deliziosi gnocchetti di ceci, ho provato questo abbinamento e funziona!

Basta poco di tutto, non dovete fare una spesa da 500€ di pesce e verdure. Insaporite bene e vedrete che gusto!

Ingredienti

Per gli gnocchi: 300 farina di ceci, 300 gr patate bollite e 150 ml di acqua più sale. Impastate la farina con le patate e l’acqua, aggiustate di sale, formate una palla e lasciate riposare, poi formate gli gnocchi come solito.

Condimento per 4 persone

  • 5 capesante fresche
  • 5-6 baccelli di fave fresche (pulite circa 100/150 gr
  • Le cime di mezzo broccolo
  • Olio evo, sale
  • Rosmarino fresco
  • 1 spicchio d’aglio

Procedimento

  1. Fai gli gnocchi come indicato sopra.
  2. Pulisci le verdure, io ho sbucciato le fave e tolto ad ognuna la buccia, per farlo più semplice puoi tuffare le fave nell’acqua bollente e cuocerle per 2 minuti poi le sbucci come i lupini.
  3. Pulisci le capesante da sabbia e togli il callo, piccola parte dura vicino al corallo arancione.
  4. Metti in una padella un filo d’olio e uno spicchio d’aglio solo schiacciato, fai rosolare poi aggiungi le fave pulite, le cimette dei broccoli, sale e cuoci per qualche minuto a fuoco vivo facendo saltare le verdure. Poi aggiungi 2 cucchiai di acqua bollente, e fai asciugare, aggiungi rosmarino e poi per ultime metti le capesante a pezzetti, cuociono in un minuto.
  5. Cucina gli gnocchi e scolali con la ramina passandoli in padella e saltali con il condimento.

Pronti!!!

E partecipa alla raccolta del Gffd di Gluten  Free travel & living!

100% Gluten Free (fri)Day

Buon appetito ❤️

 

Gnocchetti di ceci con carciofi, vongole e pomodorini

Gnocchetti di ceci con carciofi, vongole e pomodorini

Gli gnocchi di ceci li ho conosciuti grazie allo Chef Marcello Ferrarini, infatti ho trovato la ricetta nel suo libro “Tutta un’altra pasta” , ve ne avevo già parlato qui del suo libro, troverete molte ricette interessanti. Li ho provati già qualche volta, sono diversi dagli gnocchi classici di patata, hanno una consistenza leggermente meno soffice, questo a mio avviso e spero a voi vengano perfetti, la farina di ceci mi piace molto, sia come sapore che come consistenza, quindi mi auguro vi piacciano perché sono davvero una valida alternativa a quelli classici. Inoltre sanissimi e di farine naturali e senza uova o lattosio! Perfetti per tutti.

 

Ho voluto provare degli abbinamenti particolari, qualcosa che si sposasse con i ceci, legumi, per cui ho pensato al mare. Vi proporrò anche un’altra versione.

Gli ingredienti sono pochi e di stagione, proprio quei piatti che amo fare al volo con la materia prima fresca, cercando di non sprecare nulla.


Ingredienti per gli gnocchi:

  • 300 gr di patate bollite schiacciate
  • 300 gr di farina di ceci consentita (senza glutine)
  • 150 ml di acqua
  • un cucchiaino di sale

Procedimento

  1. Prepara le patate (acqua fredda e no sale) e una volta cotte schiacciale con il passapatate, aggiungi la farina di ceci e l’acqua poi impasta, forma un panetto e lascia riposare mezz’ora.
  2. Ora prendi il panetto e forma gli gnocchi nella maniera classica, senza passarli da nessuna parte, puoi fare anche delle chicche se hai tempo, tagli piccoli pezzettini e li arrotondi con le mani. Infarinali e poi mettili su un vassoio. Puoi congelarli ed usarli quando ti servono.

 

Condimento

Ingredienti per 4 persone

Facile•preparazione 25 minuti

  • 2 carciofi
  • 2 pugni di pomodorini secchi
  • 1/2 kg di vongole (io le ho prese sfuse) meglio le piccole se le trovate.
  • 1 spicchio di aglio
  • un po’ di prezzemolo fresco (tipo 10 rametti)
  • olio evo, sale
  • se volete peperoncino
  • 650 gr di gnocchi di ceci (piatto normale)
  • 1 limone (per ammollo carciofi)

Procedimento

  1. In una ciotola metti acqua fredda ed il succo di un limone poi pulisci i carciofi, taglia il gambo e pelalo poi fai a fettine e metti a bagno nel limone, poi passa al carciofo, elimina le foglie dure esterne, taglia prima via le punte e poi dividi a metà, con un coltello togli la peluria interna e fai delle fettine sottili, metti nel limone a bagno.
  2. generalmente prima di usare le vongole le spurgo a mollo in acqua per almeno 1 ora, dopo questa operazione lavale molto bene, poi metti una padella sul fuoco, falla scaldare, versa le vongole con un pochino di acqua e copri con un coperchio, si apriranno in pochi minuti a fiamma media. Spegni, togli le vongole e filtra il liquido di cottura, se c’è sabbia buttalo, altrimenti mettilo da parte.
  3. Ora nella padella (lavata eh) metti olio e uno spicchio di aglio sbucciato e schiacciato a metà (poi lo togli), un po’ di prezzemolo tritato, i carciofi scolati e fai andare per 5 min a fuoco vivace, aggiungi un pochino di acqua calda, circa 3 cucchiai, poi metti i pomodorini secchi e fai andare per altri 5 min a fuoco medio. Spegni, aggiungi le vongole, olio a crudo e prezzemolo poi mescola.
  4. Cuoci gli gnocchi e scolali con una ramina poi mettili nella padella e saltali a fuoco vivo per 1 min.

 

Buon appetito

Silvia

Spaghetti Mediterranei

Spaghetti Mediterranei

Adoro l’espressione di Alessandro Borghese “Il lusso della semplicità” ed è proprio così! Questa volta ho fatto un piatto di cui vado davvero fiera!!!!!! Con “poco” (permettetemelo, so che appena leggerete gli ingredienti direte “poco sto…” 😂😂😂 ma ormai mi conoscete!) potrete fare non solo un piatto buonissimo ma pure da leccarsi i baffi! Semplicità nella preparazione e bontà assoluta!

Quando ero giovane mia madre preparava  spaghetti tonno, olio e prezzemolo, io non li ho mai mangiati, mi ispiravano proprio mooooolto poco, erano praticissimi peró. Pochissimo tempo e tac, una scatoletta rovesciata sugli spaghetti, la scatolina del prezzemolo surgelato e via! Pranzo pronto. Ora, capisco che davvero non ci sia sempre tempo e voglia di cucinare… ma credo che, già ad allora, dentro di me, si nascondesse quella che sono ora! Per cui mai mangiati! Ora finalmente posso dare dignità a quel piatto fugace delle 12,51 con rientro a lavorare dopo mezz’ora e pulizie mentre la pasta cuoceva. Capito mamma😂😂😂??? Tanto non legge!


Provatela! Mio unico consiglio!!! Sentirete che profumi!


Ingredienti per 4 persone

Facilissimo•tempo preparazione 20 min

  • Abbondante olio di oliva (io circa 150/200 ml, se vi piace molto oleoso abbondate)
  • Un cucchiaio di capperi sotto sale
  • 2 acciughe sottolio
  • 1 cucchiaio di pomodorini secchi o 2 pomodori grandi secchi
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Qualche foglia di basilico
  • Filetti di tonno sottolio (circa 150 gr)
  • 1 spicchio di aglio
  • Peperoncino a piacere
  • 1 limone non trattato Bio
  • 400 gr di spaghetti

Per il croccante di pane:

  • 2 fette di pane raffermo (gf)
  • Poco rosmarino fresco
  • Poco prezzemolo
  • Sale, olio evo

Procedimento

  1. Metti su l’acqua degli spaghetti ed in una padella versa l’olio, aggiungi lo spicchio d’aglio spaccato in due (che poi toglierai), accendi il fuoco pianissimo, poi aggiungi prezzemolo tritato, pomodorini secchi a fettine sottilissime, i capperi prima sciacquati sotto acqua corrente poi tritati, le acciughe intere (che poi si sciolgono da sole) e lasciate andare a fuoco medio per qualche minuto.
  2. Aggiungi il tonno a pezzi poi alza un pochino il fuoco per qualche minuto. Aggiungi il basilico spezzettato e spegni.
  3. Butta la pasta e nel frattempo prendi il pane, mettilo nel frullatore con rosmarino, prezzemolo e pizzico di sale, poi rosola in una padella per poco, deve solo diventare croccante.
  4. Scola la pasta e saltala nella padella con il condimento, impiattala e sopra metti un cucchiaio di pane saltato e la buccia grattugiata del limone!

Che profumo! E che bontà!

Pagina 1 di 712345...Ultima »