Torta salata alla Zucca di Halloween

Torta salata alla Zucca di Halloween

 

UUUUAAAAHHHHHAHUUUUUUUUUUHHHHH

La Jack O’Lantern Cake!

 

Sono impazzita? No, adoro il tema di Halloween e mi piace scherzare con il cibo, ma solo per questa occasione! Qualche anno fa ci fu una vera e propria festa con tanto di adulti mascherati (unica volta che ho convinto tutti, poi siamo diventati genitori, grazie al cielo direi, così tutti noi grandi vestiamo i bimbi.. anche se io mi vesto lo stesso ahahahah), così, per quell’occasione mi ero sbizzarrita con un sacco di ricette trovate su internet, ovviamente tutte da siti americani, chi meglio di loro? E così via alle bruschette a forma di bara, al guacamole con la targhetta “vomito di cavallette”, ai bocconcini robiola, tonno e olive come se fossero bulbi oculari, e via dicendo. Non so se riesco a “riesumare” (qui ci sta bene) le foto di quella serata, ma credetemi, fu una cena davvero spaventoooooosaaaaa!!!

 

Il micio della mia amica Pamela e le zucche che abbiamo pulito per il laboratorio dei bimbi dell’anno scorso!

 

Quest’anno, per semplificare la vita a tutti, ho deciso di fare una torta salata.. ma come posso guarnirla? Facileeeee come se fosse una vera zucca! Eh!!!!  Buona e semplice da fare, con un poco di ingegno personalizzerete la vostra “Zucca di Halloween” a vostro piacere!

 

 

Ingredienti per stampo da 22/24 cm

Facile – tempo preparazione 45 min.

  • 2 rotoli di pasta sfoglia senza glutine, io ho scelto Buitoni
  • 200 gr di zucca fresca
  • 200 gr di bietole fresche
  • 400 gr di ricotta di mucca fresca
  • 2 cucchiai di pangrattato senza glutine
  • 100 gr di provola dolce o scamorza affettata fine (io ho trovato pratiche confezioni già a fette)
  • 100 gr di parmigiano
  • 2 cucchiai di burro di arachidi
  • sale, olio di oliva

 

Questa ricetta partecipa alla raccolta del Gluten Free Travel & Living per il #GFFD ovvero il Gluten Free (Fri)Day, clicca qui e aggiungi la tua ricetta, oppure sfoglia il nostro archivio!

Non l’ho volutamente spennellata con l’uovo (come solitamente si fa per la pasta sfoglia) altrimenti sarebbe diventata molto più scura!

 

 

Procedimento

  • Se hai zucca fresca allora taglia due belle fette spesse circa 3 cm, togli i semi e metti in forno con tanto di buccia, poi dopo 20 minuti spegni e falle raffreddare. Con un cucchiaio preleva la polpa cotta e metti da parte.
  • Nel frattempo che cuoce la zucca, lava le bietole e tagliale fini fini con il coltello poi passale in padella con un filo di olio, fai cuocere per 10 minuti, aggiusta di sale poi falle raffreddare e tieni da parte.
  • Prendi due ciotole e in una metti le bietole, i due cucchiai di pangrattato gf,  aggiungi metà ricotta, mescola bene con una forchetta schiacciando un pò la ricotta. Nell’altra ciotola metti la zucca, la ricotta ed il burro di arachidi, aggiusta di sale e poi mescola con una forchetta, schiacciando ed amalgamando tutto.
  • Ora stendi la sfoglia e posiziona il primo disco nella teglia, poi forala con una forchetta il fondo qua e là, e metti le bietole con ricotta, aiutati con il dorso di un cucchiaio e premi bene.
  • Prendi le fette di formaggio e mettile su tutta la superficie della torta salata
  • Poi metti la zucca e ricotta e schiaccia e livella sempre con il dorso di un cucchiaio.
  • Prendi l’altro disco di pasta sfoglia e srotolalo su di un piano, poi appoggia la teglia sopra ed incidi leggermente il bordo così potrai centrare il disegno (non tagliarla, mi raccomando). Fai il disegno che ti piace, io ho intagliato i due occhi, il naso e per la bocca fatto un’incisione lunga con tante piccoline verticali. Infine ho delicatamente inciso i bordi della zucca, poi con un ritaglio ho formato il picciolo. Ora prendi un matterello e aiutati a posizionare la sfoglia arrotolandola delicatamente, poi sigilla i bordi e taglia via la sfoglia in eccesso.
  • Fai cuocere in forno ventilato per 25 minuti e sforna! Lascia raffreddare un pochino prima di servire!

 

SPAVENTOSO HALLOWEEN A TUTTI VOI!!!

Los Tres Amigas (Grazie A Sole e Barbara per essersi prestate ahahahaha)

Io e la Pamela alla festa organizzata per Halloween 2016 (ammazza che paura che faccio ahahahahahah)

 

 

Pasta con pesto e pomodori secchi fritti

Pasta con pesto e pomodori secchi fritti

 

A volte il mio frigo è come il deserto. Magari per vari inceppi nella mia quotidianità non riesco ad andare a fare la spesa e cosa succede? Che inizio a scavare nella dispensa! Ecco come è nata questa pasta.

Dunque, avevo i pomodori secchi. Poi la mia bella e grande pianta di basilico lì pronta all’uso. I pinoli in dispensa c’erano. Un pò di parmigiano e la pasta! Ecco la ricetta! Facile e super deliziosa, ne avevo fatta poca purtroppo, unico problema!

 

Partecipa al GFFD del Gluten Free Travel & living

 

 

Ingredienti per 2 persone

Facile – Tempo preparazione 15 minuti

per il pesto:

  • Una manciata abbondante di basilico fresco
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • olio extravergine q.b.
  • 200 gr di pasta senza glutine

Per i pomodori secchi fritti:

  • 5/6 pomodori secchi (quelli aperti, le metà intendo)
  • un cucchiaio di pangrattato
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

 (Salate solo l’acqua della pasta, il resto ve lo sconsiglio altrimenti berrete acqua all’infinito)

…Il tocco in più?

Aggiungi un cucchiaio di Yogurt Greco, aggiungerà freschezza al palato! Abbinamento perfetto!!!

 

Procedimento

  1. Metti su l’acqua per la pasta e mentre aspetti puoi preparare il resto.
  2. Tosta i pinoli in padella per 1 minuto e lasciali raffreddare.
  3. Pulisci le foglie di basilico ed asciugale, poi mettile nel frullatore assieme al parmigiano ed i pinoli, copri con olio e frulla per poco. Non si deve scaldare.
  4. In una ciotola metti il parmigiano ed il pangrattato con un filo di olio, poi mescola e prendi i pomodori secchi (ai miei non è servito ammollo) poi metti un cucchiaino di farcia in ogni mezzo pomodoro schiacciandolo bene bene, scalda un pò di olio in una padella e mettili a friggere per pochissimo (se non si bruceranno subito, come i miei ahahahah)
  5. Scolali su carta assorbente poi tagliali a pezzetti e lasciane uno intero per guarnire.
  6. Scola la pasta e condiscila con il pesto di basilico, aggiungi i pomodori secchi e se ti piace metti un cucchiaio di yogurt greco, lo trovo rinfrescante e perfetto!!!!

Buon appetito!

Silvia

 

 

 

 

Pasta fredda con insalata di pomodorini

Pasta fredda con insalata di pomodorini

VASETTO COVER

 

D’estate si va al mare, non si dovrebbe cucinare!!!

eeeeh, invece ci tocca. Ma come fare per ovviare al caldo? Perché non riguarda solo il cucinare, ma propri il mangiare. Chi ha l’aria condizionata ha già risolto metà del problema… Purtroppo chi non ce l’ha lotta con pentole bollenti che emanano altro calore aggiunto e umidità! Consoliamoci, presto questo caldo finirà…

Aiutiamoci con l’alimentazione mangiando cose fresche e ricche di vitamine, sali minerali. Verdura cruda è l’ideale!

 

Questa ricetta partecipa alla raccolta del Gluten Free Travel & Living per il Gluten Free (fri)day

img_9936.jpg

 

Non avevo mai provato a fare una pasta così semplice, complice il frigo quasi vuoto. Mi sono innamorata! A volte le cose scontate non si fanno mai..

 

vasetto close up

 

Vitamine A e C, antiossidanti, betacaroteni… e molto altro!

 

Ingredienti per 2 persone

Facilissimo – tempo di preparazione 15 minuti

  • 200 gr di pasta (quella che preferite, io ho usato le mezze penne Rummo)
  • circa 15/20 pomodorini misti colorati (gialli, rossi, verdi)
  • 1 carota viola (va bene anche la classica)
  • basilico fresco
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 Avocado maturo
  • sale e olio evo

 

Preparazione

  1. Metti su l’acqua per la pasta e poi appena bolle cuoci la pasta per il tempo indicato sulla confezione. Scolala e lasciala raffreddare con un goccio di olio per non farla attaccare.
  2. Nel frattempo prepara l’insalata di pomodorini, lava tutta la verdura ed asciugala, poi taglia i pomodorini a spicchi, sbuccia la carota e fai le striscioline con un pelapatate, pela l’avocado e taglialo a cubetti, infine affetta fine fine la cipolla (vedi tu quanta usarne) condisci tutto con olio e sale e mescola.
  3. Mescola la pasta con le verdure condite e aggiungi basilico a piacere!
  4. Servi tiepida o fredda.

Buona estate

Silvia

vasi

 

 

Pasta con tonno fresco e limone

Pasta con tonno fresco e limone

cover pasta tonno

 

Quest’anno tutti i miei amici se ne sono andati a fare le ferie in… Sicilia! La zona più quotata quest’anno è stata, senza dubbio, San Vito Lo Capo e la riserva dello Zingaro, a seguire Favignana. Non mi dite che… Anche voi?

Ho molti parenti ed amici giù in Sicilia e quello che sta accadendo, come in altre parti di Italia purtroppo, è devastante. Incendi ovunque, di natura dolosa, la cosa ancora più grave. Sapere di tutte queste persone in pericolo mi fa tremare, figuriamoci voi che ci vivete. Mi dispiace davvero tanto e sappiate che vi ho nel cuore. Un pensiero per voi. Sempre.

Per chi mi segue e ha letto le mie storie (in molte delle ricette che scrivo…) sa che il mio cognome ha origini (ben piazzate) in Sicilia, i miei nonni erano di Alcamo e porto nel cuore questa terra, come se fosse mia. Sono stata diverse volte ma l’ultima risale al 2005. Non si può aspettare così tanto per tornare, devo rimediare!

La voglia di Sicilia però ha una cura …

Ecco la mia pasta che profuma

di Mare e Terra!

 

piatto pasta tonno

Questa pasta è semplicissima, procuratevi della materia prima ottima e sentirete che sapori meravigliosi!!!

Il tonno, mi raccomando che sia freschissimo. Consumatene poco poco all’anno. Sia per la vostra salute (è un pesce ricco di metalli pesanti, come il pesce spada) e per loro, non dobbiamo saccheggiare il mare andando a sbaffo. Ci vuole buon senso! Sosteniamo la buona pesca. Non quella che devasta tutto.

I limoni, rigorosamente bio, non trattati mi raccomando! La buccia lucida che vedete nei limoni, normalmente, è una patina assolutamente non commestibile, non basterà lavarli, quelli vanno bene solo per il succo! Chiedete sempre al fruttivendolo di darvi solo limoni non trattati. Durano molto meno, ma voi compratene pochi e più spesso!

I capperi, scegliete quelli che preferite, se trovate quelli di Pantelleria siete a cavallo! Io ho trovato dei capperi interi quasi freschi! Buonissimi! E ho di recente scoperto che nel mio paesino, dove c’è una rocca medioevale, nelle mura crescono i capperi e ho notato che nel periodo dei frutti ci sono le signore che vanno a raccoglierli!! Proverò anche io!

La pasta che ho usato io è di Pastaio Maffei, me l’hanno inviata in omaggio per assaggiarla, devo dire che sono rimasta sorpresa, primo perché non amo le paste pronte e credevo sarebbe stata l’ennesima fregatura che si spappolava in acqua invece no, perfettamente al dente in meno di 2 minuti, poi perché non è acida, per nulla! Cosa che invece ho riscontrato in altre paste simili di altri produttori. Quindi per me è siiiiiiii, la accendiamo!

 

pasta maffei

 

Ingredienti per 2 persone

facilissima – tempo preparazione 10 minuti

  • 1 confezione di Maccheroni Pastaio Maffei (cuociono in 2 minuti)
  • 1 fetta di tonno fresco spessa 2 cm
  • 1 cipolla di tropea
  • 1 limone bio non trattato
  • una manciata di capperi
  • olio evo e sale
  • basilico fresco

 

pasta tonno limone

 

Procedimento

  1. Affetta la cipolla di Tropea a fettine sottili e mettile in padella con un filo di olio, poi aggiungi il tonno tagliato a dadini e sala. Fai rosolare per qualche minuto poi aggiungi i capperi (io li sciacquo, sia che siano sotto sale che sott’aceto) e spegni
  2. Aggiungi il basilico tagliato fine e la buccia di un limone bio.
  3. Cuoci la pasta in abbondante acqua salata e dopo circa 2 minuti scolali e saltali in padella con il tonno.

Consiglio:  puoi aggiungere anche una parte croccante (io ci ho pensato solo dopo, avevo in mente i pistacchi ma li ho dimenticati… che vi devo dire, eeeeh capita anche a me hahaahha) , potete scegliere frutta secca che preferite, io consiglio i pistacchi sgusciati oppure le mandorle con la buccia, leggermente tostate e tagliate grossolanamente con il coltello prima di metterle sulla pasta!

 

Buon appetito

ed un abbraccio speciale ai miei Siciliani del cuore!!!!!

 

 

 

Salsa Romesco

Salsa Romesco

 

copertina

 

 

La Salsa Romesco l’ho scoperta da qualche anno e non può più mancare ai nostri barbecue!
È molto facile da preparare e dovrete proprio sfruttare le braci calde, appoggiando direttamente le verdure che fuori si carbonizzeranno ma dentro saranno leggermente cotte e perfettamente succose!

È una salsa catalana, di Tarragona, una splendida città della Spagna, chi ha avuto il piacere di visitarla avrà assaggiato questa magnifica salsa!

È molto versatile, quella originale ha una ricetta un po’ diversa, l’aglio va cotto anch’esso sopra le braci, ci va peperoncino piccante e non peperone, ma questa è comunque una delle versioni ufficiali che potrete trovare anche in giro per il mondo.

Pronti ad accendere il Barbecue?

E se non lo avete?…
Potete provare anche la versione forno, mettetelo al massimo ed appena sono sbruciacchiate le tirate fuori!

Ingredienti
Facilissima – Per 6 persone

  • 1 peperone
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 pomodoro grande bello maturo
  • 1 peperoncino piccante fresco grande (facoltativo) 🔥
  • 1 spicchio di aglio
  • Un po’ di origano fresco (o secco)
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale, olio extravergine d’oliva

 

 

salsa romesco

Procedimento

  1. Accendi le braci e aspetta che siano ardenti (o accendi il forno al massimo), sistema le verdure direttamente sopra (o in placca rivestita di cartaforno in caso di cottura in forno); lascia cuocere finché non saranno quasi completamente nere, bruciate fuori, ma girale abbastanza spesso, mi raccomando.
  2. Prendi le verdure e lasciale raffreddare un po’ poi pelale con l’aiuto di un coltello.
  3. Lava l’origano, pulisci l’aglio fuori e dentro.
  4. Prendi le verdure pelate e tagliale grossolanamente con un coltello poi metti tutto in frullatore (o quello ad immersione) poi aggiungi gli altri ingredienti, aglio, origano, peperoncino, olio e sale.
  5. Frulla finché non sarà tutto omogeneo, poi travasa in una ciotola e fai raffreddare poi metti in frigo chiudendo con pellicola.
  6. Prima di servirla mescola bene e assaggiala! Puoi aggiustarla con sale ed olio!

 

 

Buona estate!!

Silvia

Pagina 1 di 212