Pasta fredda con insalata di pomodorini

Pasta fredda con insalata di pomodorini

VASETTO COVER

 

D’estate si va al mare, non si dovrebbe cucinare!!!

eeeeh, invece ci tocca. Ma come fare per ovviare al caldo? Perché non riguarda solo il cucinare, ma propri il mangiare. Chi ha l’aria condizionata ha già risolto metà del problema… Purtroppo chi non ce l’ha lotta con pentole bollenti che emanano altro calore aggiunto e umidità! Consoliamoci, presto questo caldo finirà…

Aiutiamoci con l’alimentazione mangiando cose fresche e ricche di vitamine, sali minerali. Verdura cruda è l’ideale!

 

Questa ricetta partecipa alla raccolta del Gluten Free Travel & Living per il Gluten Free (fri)day

img_9936.jpg

 

Non avevo mai provato a fare una pasta così semplice, complice il frigo quasi vuoto. Mi sono innamorata! A volte le cose scontate non si fanno mai..

 

vasetto close up

 

Vitamine A e C, antiossidanti, betacaroteni… e molto altro!

 

Ingredienti per 2 persone

Facilissimo – tempo di preparazione 15 minuti

  • 200 gr di pasta (quella che preferite, io ho usato le mezze penne Rummo)
  • circa 15/20 pomodorini misti colorati (gialli, rossi, verdi)
  • 1 carota viola (va bene anche la classica)
  • basilico fresco
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 Avocado maturo
  • sale e olio evo

 

Preparazione

  1. Metti su l’acqua per la pasta e poi appena bolle cuoci la pasta per il tempo indicato sulla confezione. Scolala e lasciala raffreddare con un goccio di olio per non farla attaccare.
  2. Nel frattempo prepara l’insalata di pomodorini, lava tutta la verdura ed asciugala, poi taglia i pomodorini a spicchi, sbuccia la carota e fai le striscioline con un pelapatate, pela l’avocado e taglialo a cubetti, infine affetta fine fine la cipolla (vedi tu quanta usarne) condisci tutto con olio e sale e mescola.
  3. Mescola la pasta con le verdure condite e aggiungi basilico a piacere!
  4. Servi tiepida o fredda.

Buona estate

Silvia

vasi

 

 

Pasta con tonno fresco e limone

Pasta con tonno fresco e limone

cover pasta tonno

 

Quest’anno tutti i miei amici se ne sono andati a fare le ferie in… Sicilia! La zona più quotata quest’anno è stata, senza dubbio, San Vito Lo Capo e la riserva dello Zingaro, a seguire Favignana. Non mi dite che… Anche voi?

Ho molti parenti ed amici giù in Sicilia e quello che sta accadendo, come in altre parti di Italia purtroppo, è devastante. Incendi ovunque, di natura dolosa, la cosa ancora più grave. Sapere di tutte queste persone in pericolo mi fa tremare, figuriamoci voi che ci vivete. Mi dispiace davvero tanto e sappiate che vi ho nel cuore. Un pensiero per voi. Sempre.

Per chi mi segue e ha letto le mie storie (in molte delle ricette che scrivo…) sa che il mio cognome ha origini (ben piazzate) in Sicilia, i miei nonni erano di Alcamo e porto nel cuore questa terra, come se fosse mia. Sono stata diverse volte ma l’ultima risale al 2005. Non si può aspettare così tanto per tornare, devo rimediare!

La voglia di Sicilia però ha una cura …

Ecco la mia pasta che profuma

di Mare e Terra!

 

piatto pasta tonno

Questa pasta è semplicissima, procuratevi della materia prima ottima e sentirete che sapori meravigliosi!!!

Il tonno, mi raccomando che sia freschissimo. Consumatene poco poco all’anno. Sia per la vostra salute (è un pesce ricco di metalli pesanti, come il pesce spada) e per loro, non dobbiamo saccheggiare il mare andando a sbaffo. Ci vuole buon senso! Sosteniamo la buona pesca. Non quella che devasta tutto.

I limoni, rigorosamente bio, non trattati mi raccomando! La buccia lucida che vedete nei limoni, normalmente, è una patina assolutamente non commestibile, non basterà lavarli, quelli vanno bene solo per il succo! Chiedete sempre al fruttivendolo di darvi solo limoni non trattati. Durano molto meno, ma voi compratene pochi e più spesso!

I capperi, scegliete quelli che preferite, se trovate quelli di Pantelleria siete a cavallo! Io ho trovato dei capperi interi quasi freschi! Buonissimi! E ho di recente scoperto che nel mio paesino, dove c’è una rocca medioevale, nelle mura crescono i capperi e ho notato che nel periodo dei frutti ci sono le signore che vanno a raccoglierli!! Proverò anche io!

La pasta che ho usato io è di Pastaio Maffei, me l’hanno inviata in omaggio per assaggiarla, devo dire che sono rimasta sorpresa, primo perché non amo le paste pronte e credevo sarebbe stata l’ennesima fregatura che si spappolava in acqua invece no, perfettamente al dente in meno di 2 minuti, poi perché non è acida, per nulla! Cosa che invece ho riscontrato in altre paste simili di altri produttori. Quindi per me è siiiiiiii, la accendiamo!

 

pasta maffei

 

Ingredienti per 2 persone

facilissima – tempo preparazione 10 minuti

  • 1 confezione di Maccheroni Pastaio Maffei (cuociono in 2 minuti)
  • 1 fetta di tonno fresco spessa 2 cm
  • 1 cipolla di tropea
  • 1 limone bio non trattato
  • una manciata di capperi
  • olio evo e sale
  • basilico fresco

 

pasta tonno limone

 

Procedimento

  1. Affetta la cipolla di Tropea a fettine sottili e mettile in padella con un filo di olio, poi aggiungi il tonno tagliato a dadini e sala. Fai rosolare per qualche minuto poi aggiungi i capperi (io li sciacquo, sia che siano sotto sale che sott’aceto) e spegni
  2. Aggiungi il basilico tagliato fine e la buccia di un limone bio.
  3. Cuoci la pasta in abbondante acqua salata e dopo circa 2 minuti scolali e saltali in padella con il tonno.

Consiglio:  puoi aggiungere anche una parte croccante (io ci ho pensato solo dopo, avevo in mente i pistacchi ma li ho dimenticati… che vi devo dire, eeeeh capita anche a me hahaahha) , potete scegliere frutta secca che preferite, io consiglio i pistacchi sgusciati oppure le mandorle con la buccia, leggermente tostate e tagliate grossolanamente con il coltello prima di metterle sulla pasta!

 

Buon appetito

ed un abbraccio speciale ai miei Siciliani del cuore!!!!!

 

 

 

Salsa Romesco

Salsa Romesco

 

copertina

 

 

La Salsa Romesco l’ho scoperta da qualche anno e non può più mancare ai nostri barbecue!
È molto facile da preparare e dovrete proprio sfruttare le braci calde, appoggiando direttamente le verdure che fuori si carbonizzeranno ma dentro saranno leggermente cotte e perfettamente succose!

È una salsa catalana, di Tarragona, una splendida città della Spagna, chi ha avuto il piacere di visitarla avrà assaggiato questa magnifica salsa!

È molto versatile, quella originale ha una ricetta un po’ diversa, l’aglio va cotto anch’esso sopra le braci, ci va peperoncino piccante e non peperone, ma questa è comunque una delle versioni ufficiali che potrete trovare anche in giro per il mondo.

Pronti ad accendere il Barbecue?

E se non lo avete?…
Potete provare anche la versione forno, mettetelo al massimo ed appena sono sbruciacchiate le tirate fuori!

Ingredienti
Facilissima – Per 6 persone

  • 1 peperone
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 pomodoro grande bello maturo
  • 1 peperoncino piccante fresco grande (facoltativo) 🔥
  • 1 spicchio di aglio
  • Un po’ di origano fresco (o secco)
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale, olio extravergine d’oliva

 

 

salsa romesco

Procedimento

  1. Accendi le braci e aspetta che siano ardenti (o accendi il forno al massimo), sistema le verdure direttamente sopra (o in placca rivestita di cartaforno in caso di cottura in forno); lascia cuocere finché non saranno quasi completamente nere, bruciate fuori, ma girale abbastanza spesso, mi raccomando.
  2. Prendi le verdure e lasciale raffreddare un po’ poi pelale con l’aiuto di un coltello.
  3. Lava l’origano, pulisci l’aglio fuori e dentro.
  4. Prendi le verdure pelate e tagliale grossolanamente con un coltello poi metti tutto in frullatore (o quello ad immersione) poi aggiungi gli altri ingredienti, aglio, origano, peperoncino, olio e sale.
  5. Frulla finché non sarà tutto omogeneo, poi travasa in una ciotola e fai raffreddare poi metti in frigo chiudendo con pellicola.
  6. Prima di servirla mescola bene e assaggiala! Puoi aggiustarla con sale ed olio!

 

 

Buona estate!!

Silvia

Torta pesche e cocco

Torta pesche e cocco

cover

 

 

In casa Gluten Free Travel & Living c’è profumo di pesche questo mese di Luglio!

Vuoi partecipare al #GFCalendar con una ricetta? Bene, basta realizzarla con l’ingrediente del mese, questo appunto le pesche, e caricarla sul sito cliccando qui! 

 

 

 

 

Io partecipo con una torta furbissima, si prepara in 10 minuti, si usa come misurino il vasetto dello yogurt (ormai lo trovate spesso nelle mie ricette, più comodo di così!) e in poco avrete una torta buonissima e leggera!

 

Per avere una torta vegana basterà non mettere le uova, senza ulteriori modifiche! 

 

fetta

 

 

Ingredienti per stampo da 22 cm

Facile – 10 min preparazione + 45 cottura

  • 2 uova
  • 1 vasetto di yogurt di soia
  • 1/2 vasetto di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 vasetto di latte di riso
  • 3 vasetti di farina di riso finissima
  • 1 vasetto di farina di cocco
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 vasetti di zucchero di canna
  • 2 pesche noci
  • zucchero di canna per spolverare

 

Suggerimento: Se vi piace la menta potete aggiungere un trito di foglioline nell’impasto!

 

torta fiori

Procedimento

  1. Accendi il forno statico a 180°.
  2. Prepara tutti gli ingredienti a portata di mano, una ciotola, una frusta ed un cucchiaio, poi lava ed asciuga le pesche ed affettale finemente, circa 4/5 mm ogni fettina.
  3. Nella ciotola metti le uova, lo yogurt, lo zucchero e l’olio, mescola bene con la frusta poi aggiungi le farine, un vasetto alla volta e incorpora bene prima di aggiungere il successivo.
  4. Aggiungi il latte e mescola, infine il lievito setacciato e mescola.
  5. Prendi lo stampo della tortiera ed imburralo o ungilo, cospargilo di farina di cocco, poi disponi a raggiera le fettine di pesca, versa il composto e sopra infila le fettine di  pesca avanzate, come per creare una rosa. O come più ti piace! Metti anche una piccola spolverata di zucchero di canna.
  6. Inforna a 180° per circa 45 minuti ma prima di sfornare controlla bene il centro della torta e poi sforna, falla raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

N.b. Ricorda che sotto ci sono le fettine di pesca, puoi sempre decidere di rovesciarla e servirla nell’altro verso!

 

Buona merenda!

Silvia

 

fiore

 

 

 

 

Frittatine di Spaghetti con asparagi e patate viola

Frittatine di Spaghetti con asparagi e patate viola

 

Una delle mie cose preferite e che però rimando sempre è un bel picnic. Amo l’idea del picnic, fa molto film, arrivare in un bel prato tra boschi, ruscelli e colline, stendere il plaid a quadrettoni bello caldo di lana, tirare fuori il cestino con tutto il ben di Dio mono porzione predisposto con cura a casa, tovaglioli arrotolati con dentro forchettine e coltelli di legno, la fiaschetta con buon vino e poi noi.

Quindi cosa c’è di più comodo di qualcosa a base di frittata per un picnic? Buoni anche freddi, io li faccio il giorno prima e poi li lascio a temperatura ambiente qualche ora prima di mangiarli, saranno perfetti.

I miei cestini di spaghetti con frittata, asparagi e patate viola sono buonissimi, leggeri e croccanti!

Ecco la ricetta!

Ingredienti x 4 persone (12 cestini)

Facile – tempo preparazione 40 minuti 

  • 250 gr di spaghetti senza glutine (io ho usato i nuovi di Felicia di lenticchie gialle)
  • 4 uova
  • 1 mazzo di asparagi
  • 2 patate viola
  • un po’ di cipolla, olio evo, sale
  • Formaggio grattugiato circa 6 cucchiai (parmigiano o pecorino se volete sapore più deciso)

 

Procedimento

  1. Per prima cosa pulisci gli asparagi, taglia via la parte dura del gambo, poi tagliali a fettine sottili, tranne le punte, lasciale intere.
  2. Pela le patate viola e tagliale a dadini piccolini, poi trita un pochino di cipolla e metti tutto in una padella con un filo di olio, fai soffriggere per qualche minuto ed unisci gli asparagi, aggiusta di sale e fai cuocere a fuoco medio per circa 5 minuti.
  3. Metti su abbondante acqua e cuoci gli spaghetti al dente, una volta pronti scolali e condiscili con le verdure.
  4. In una ciotola sbatti le uova con il formaggio, se vuoi puoi mettere un pochino di noce moscata, oppure aggiungere altro formaggio come emmental grattugiato, per avere ancora più gusto!
  5. Prendi gli spaghetti (non devono essere caldi, mi raccomando) e mettili insieme alle uova e mescola tutto molto bene, amalgamando bene, se ti sembra asciutto aggiungi un altro uovo già sbattuto, aggiusta di sale.
  6. Imburra e metti pangrattato in una teglia da muffins (oppure usa pirottini o staccante spray) poi preleva un po’ di spaghetti arrotolandoli, aggiustali e metti sopra qualche verdurina, riempi tutti gli stampi e inforna a 180° per 10/12 minuti, controlla che rimangano dorati e non si bruciacchino.
  7. Sforna e via! Sono pronti! Se li fai per un picnic falli raffreddare bene prima di metterli eventualmente in un contenitore ermetico, in modo che non facciano condensa e si affloscino!

 

 

Buon picnic!

P.s. In queste foto ho utilizzato i piatti ed i bicchieri del servizio ricevuto in dono per le nozze dei miei nonni Vincenza e Girolamo, hanno più di 70 anni! Mia nonna, prima di andarsene, me li regalò. Ci tengo molto. Ho voluto omaggiarli così, dedicando a loro questa ricetta.

Silvia

 

 

 

Pagina 1 di 212