Ragù vegan di lenticchie

Ragù vegan di lenticchie

 

Se leggete il mio blog da tempo sapete della mia avversione per il ragù di carne. Dai tempi dell’asilo, una cosa che non ho mai aggiustato nel tempo. Ho provato solo una volta, a 20 anni ad assaggiarlo e non è andata per nulla bene! Non fa per me. Cosa che invece non capita alle mie figlie, o al mio compagno! Da bravi romagnoli loro amano il ragù. E che sfida farglielo assaggiare.

Qualche sera fa ho fatto i miei fantastici gnocchi di zucca con pane e ricotta, la ricetta se non la conoscete LA TROVATE QUI. Per loro a grande richiesta avevo del ragù classico (ne faccio un pentolone e congelo varie porzioni), ma io volevo un condimento, non un sugo, non burro e salvia, qualcosa di più corposo, sì, un ragù ci sarebbe stato bene… Così ho aperto la dispensa e avevo di tutto un pò finché non ho individuato le LENTICCHIE!!!!!  Avete presente quelle cotte a vapore? Tengo sempre qualche barattolo di legumi già cotti in casa proprio per le emergenze o per le cene da fare in pochi minuti. Bene, ecco la soluzione. Così ho pensato di fare un ragù di lenticchie per farlo poi assaggiare alla tribù e sperare di passare l’esame. In fondo fare a meno di un pò di carne è sempre cosa gradita!

Avrà passato l’esame di 3 famelici carnivori il mio ragù vegan di lenticchie?…  Dopo ve lo dico! Intanto la ricetta!

 

 

Ingredienti per circa 8 porzioni

 

  • 200 gr di lenticchie cotte a vapore (oppure lessate delle lenticchie fino a cuocerle al dente, poi scolatele)
  • mezza carota
  • un pezzetto di gambo di sedano
  • uno spicchio di cipolla
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • circa 100 ml di acqua

 

 

Preparazione

 

  1. Per preparare il condimento partite dalle lenticchie, se avete preso quelle pronte cotte a vapore vi basterà trasferirle in un frullatore, fare piccoli impulsi solo per sminuzzarle appena appena. Fate attenzione a non frullare tutto perché altrimenti vi ritroverete una poltiglia cremosa. Quindi poco poco al volo e via, lenticchie pronte. Insomma, il concetto è che assomiglino vagamente al macinato. Tenete da parte.
  2. Nel frullatore ora mettete la cipolla, la carota ed il sedano e frullate bene, poi trasferiteli in un tegame con l’olio e fate cuocere per 5/6 minuti il soffritto.
  3. Aggiungete le lenticchie, il concentrato di pomodoro, l’acqua e salate. Fate cuocere a fuoco vivace per 7/8 minuti poi mettete a fuoco medio e fate cuocere per 10/15 min finché l’acqua non sarà assorbita e resterà un ragù cremoso ma non troppo asciutto.

Il ragù vegan di lenticchie è pronto, ora condite ciò che preferite e fatemi sapere!!!!

Si conserva in frigo per 3 giorni, oppure potete congelarlo.

 

Ah, se vi state chiedendo se ha passato l’esame… La risposta è SIIIIIII!!!!!!! Non ci speravo molto ma le mie bimbe hanno detto che è buono e l’ha detto pure un romagnolo incallito!!! Non è la stessa cosa ma lo ricorda ed è buono buono!!! Felice ioooooooooo

Buon appetito!

Budino al cocco e cioccolato Vegan

Budino al cocco e cioccolato Vegan

Questo dolcetto semplice e veloce da fare è adatto a tutti, tranne agli allergici al cocco e mandorle! Contiene 3 ingredienti e per renderlo speciale ho pensato al cioccolato fondente al 75%, il mio preferito. Spezza la dolcezza del budino e gli dà quel tocco forte che si sposa benissimo!

UNA MERENDA SANA E GUSTOSA, SENZA GRASSI E ZUCCHERI RAFFINATI

 

Si prepara in 5 minuti ed ha bisogno di raffreddarsi per bene fuori frigo. Per addensarlo ho utilizzato dell’Agar Agar, idoneo sia per celiaci che per vegani, è un alga che viene utilizzata per sostituire la colla di pesce. Pensate che io utilizzavo l’Agar Agar a scuola, ho fatto l’istituto tecnico chimico – biologico e facevamo le analisi microbiologiche di laboratorio, l’agar veniva utilizzato come terreno di coltura dei batteri. Dato non molto affine con il mio blog di cucina ma volevo rendervi partecipi del mio passato e delle mie conoscenze! In ogni caso, nulla a che vedere con quel sapore di brodo addensato!!!!!! State tranquilli!

 

 

Ingredienti per 6 porzioni

Facilissimo – Tempo preparazione 5 minuti + 2 h fuori frigo + 1 h frigo

  • 400 ml di latte di cocco (non la bevanda liquida ma quella un più cremosa, io ho acquistato in piccoli brick)
  • 100 ml di bevanda di mandorle
  • 4 cucchiai di sciroppo di agave
  • 16 gr di agar agar
  • 100 gr di cioccolato fondente extra +. 2 cucchiai di latte di mandorla

 

Questo dolce è adatto agli intolleranti al

glutine, lattosio e uova! 

 

 

 

Procedimento

  1. Metti in un pentolino il latte di cocco con quello di mandorle, poi aggiungi lo sciroppo di agave e fai andare a fiamma media
  2. Porta ad un leggero bollore e poi versa le bustine di agar agar. Spegni e mescola finche non si sarà sciolto bene.
  3. Versa negli stampini fino all’orlo (perché si ritirerà un pò), io ho utilizzato uno stampo di silicone (prima volta, non mi fidavo ahahah) e mi sono trovata benissimo.
  4. Fai raffreddare bene poi metti in frigo per qualche ora.
  5. Per servire sguscialo dallo stampino e versaci sopra del cioccolato fatto sciogliere o a bagnomaria oppure in microonde con un pochino di latte di mandorla. Deve risultare liscio ed omogeneo.

 

Buona merenda light e sana!

 

 

Pasta con Verdure estive e pesto di basilico vegan

Pasta con Verdure estive e pesto di basilico vegan

 

Non sarà la ricetta dell’anno ma avevo in casa questi prodotti meravigliosi della terra ed ho voluto abbinarli in una pasta, appena in tempo prima di salutare definitivamente, fino all’anno prossimo, queste delizie vegetali!

Fagiolini, queste meravigliose piccolissime melanzane striate ed un mix di pomodorini gialli, rossi e verdi. Il basilico gli darà quella nota estiva ancora più decisa!

Estate in corso! Le ultime melanzane!!!

La ricetta è facile e veloce! Perché non condividerla?

 

 

Come avrete intuito questa pasta è davvero molto semplice! Basterà saltare tutte le verdure in una padella con un filo di olio e via! La pasta si scola e si salta poi è pronta!

Ingredienti per 2 persone

Facile  – Tempo di preparazione 15 minuti

  • 1 melanzana striata (oppure 6 piccoline come le mie, o normale melanzana)
  • 8/10 pomodorini misti (rossi, verdi, gialli, datterini, arancioni, quelli che trovate)
  • 2 pugni di fagiolini freschi
  • un mazzo di basilico fresco
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di pinoli
  • un pochino di cipolla rossa
  • Olio evo, sale
  • Pasta che preferite, io ho usato Fusilli senza glutine

 

 

 

 

Preparazione

  1. Lava il basilico ed asciugalo, poi tieni qualche foglia da parte per l’impiattamento se desideri. Tosta i pinoli in padella per 2 minuti e lasciali raffreddare un pochino. Metti le foglie in un mixer e aggiungi un pezzetto dello spicchio di aglio, i pinoli e copri con olio extravergine, frulla per qualche minuto e lascia riposare. Se non sei intollerante  puoi mettere anche il parmigiano.
  2. Metti su l’acqua per la pasta.
  3. Lava e monda le verdure eliminando i piccioli da melanzane e fagiolini. Lava i pomodorini, poi taglia tutte le verdure a dadini o pezzetti piccoli.
  4. In una padella metti due cucchiai di olio, un pò di cipolla rossa tagliata fine e falla rosolare un minuto a fuoco medio, sala così non si brucia. Versa le verdure e falle cuocere a fuoco vivo per circa 5 minuti, aggiusta di sale.
  5. Butta la pasta appena bolle e fai cuocere per il tempo indicato sulla confezione.
  6. Dopo 5 minuti riduci la fiamma delle verdure e aggiungi un mestolo di acqua di cottura, si ammorbidiranno un pò i fagiolini. Fai cuocere per circa 5 minuti e assaggia.
  7. Scola la pasta e versala nelle verdure e fai saltare 1 minuto. Aggiungi il pesto di basilico fresco, qualche fogliolina e impiatta!

 

 

Questa ricetta è naturalmente senza glutine e vegana, adatta ad intolleranti al glutine, lattosio e uova (controllate il tipo di pasta usato prima di proporla ad intolleranti ad altri allergeni oltre glutine)

Che belle le mani di mia sorella! Grazie Michela

Buon appetito a tutti!

Silvia

 

Pasta fredda con insalata di pomodorini

Pasta fredda con insalata di pomodorini

VASETTO COVER

 

D’estate si va al mare, non si dovrebbe cucinare!!!

eeeeh, invece ci tocca. Ma come fare per ovviare al caldo? Perché non riguarda solo il cucinare, ma propri il mangiare. Chi ha l’aria condizionata ha già risolto metà del problema… Purtroppo chi non ce l’ha lotta con pentole bollenti che emanano altro calore aggiunto e umidità! Consoliamoci, presto questo caldo finirà…

Aiutiamoci con l’alimentazione mangiando cose fresche e ricche di vitamine, sali minerali. Verdura cruda è l’ideale!

 

Questa ricetta partecipa alla raccolta del Gluten Free Travel & Living per il Gluten Free (fri)day

img_9936.jpg

 

Non avevo mai provato a fare una pasta così semplice, complice il frigo quasi vuoto. Mi sono innamorata! A volte le cose scontate non si fanno mai..

 

vasetto close up

 

Vitamine A e C, antiossidanti, betacaroteni… e molto altro!

 

Ingredienti per 2 persone

Facilissimo – tempo di preparazione 15 minuti

  • 200 gr di pasta (quella che preferite, io ho usato le mezze penne Rummo)
  • circa 15/20 pomodorini misti colorati (gialli, rossi, verdi)
  • 1 carota viola (va bene anche la classica)
  • basilico fresco
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 Avocado maturo
  • sale e olio evo

 

Preparazione

  1. Metti su l’acqua per la pasta e poi appena bolle cuoci la pasta per il tempo indicato sulla confezione. Scolala e lasciala raffreddare con un goccio di olio per non farla attaccare.
  2. Nel frattempo prepara l’insalata di pomodorini, lava tutta la verdura ed asciugala, poi taglia i pomodorini a spicchi, sbuccia la carota e fai le striscioline con un pelapatate, pela l’avocado e taglialo a cubetti, infine affetta fine fine la cipolla (vedi tu quanta usarne) condisci tutto con olio e sale e mescola.
  3. Mescola la pasta con le verdure condite e aggiungi basilico a piacere!
  4. Servi tiepida o fredda.

Buona estate

Silvia

vasi

 

 

Torta pesche e cocco

Torta pesche e cocco

cover

 

 

In casa Gluten Free Travel & Living c’è profumo di pesche questo mese di Luglio!

Vuoi partecipare al #GFCalendar con una ricetta? Bene, basta realizzarla con l’ingrediente del mese, questo appunto le pesche, e caricarla sul sito cliccando qui! 

 

 

 

 

Io partecipo con una torta furbissima, si prepara in 10 minuti, si usa come misurino il vasetto dello yogurt (ormai lo trovate spesso nelle mie ricette, più comodo di così!) e in poco avrete una torta buonissima e leggera!

 

Per avere una torta vegana basterà non mettere le uova, senza ulteriori modifiche! 

 

fetta

 

 

Ingredienti per stampo da 22 cm

Facile – 10 min preparazione + 45 cottura

  • 2 uova
  • 1 vasetto di yogurt di soia
  • 1/2 vasetto di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 vasetto di latte di riso
  • 3 vasetti di farina di riso finissima
  • 1 vasetto di farina di cocco
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 vasetti di zucchero di canna
  • 2 pesche noci
  • zucchero di canna per spolverare

 

Suggerimento: Se vi piace la menta potete aggiungere un trito di foglioline nell’impasto!

 

torta fiori

Procedimento

  1. Accendi il forno statico a 180°.
  2. Prepara tutti gli ingredienti a portata di mano, una ciotola, una frusta ed un cucchiaio, poi lava ed asciuga le pesche ed affettale finemente, circa 4/5 mm ogni fettina.
  3. Nella ciotola metti le uova, lo yogurt, lo zucchero e l’olio, mescola bene con la frusta poi aggiungi le farine, un vasetto alla volta e incorpora bene prima di aggiungere il successivo.
  4. Aggiungi il latte e mescola, infine il lievito setacciato e mescola.
  5. Prendi lo stampo della tortiera ed imburralo o ungilo, cospargilo di farina di cocco, poi disponi a raggiera le fettine di pesca, versa il composto e sopra infila le fettine di  pesca avanzate, come per creare una rosa. O come più ti piace! Metti anche una piccola spolverata di zucchero di canna.
  6. Inforna a 180° per circa 45 minuti ma prima di sfornare controlla bene il centro della torta e poi sforna, falla raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

N.b. Ricorda che sotto ci sono le fettine di pesca, puoi sempre decidere di rovesciarla e servirla nell’altro verso!

 

Buona merenda!

Silvia

 

fiore

 

 

 

 

Pagina 1 di 212