Pasta fredda con insalata di pomodorini

Pasta fredda con insalata di pomodorini

VASETTO COVER

 

D’estate si va al mare, non si dovrebbe cucinare!!!

eeeeh, invece ci tocca. Ma come fare per ovviare al caldo? Perché non riguarda solo il cucinare, ma propri il mangiare. Chi ha l’aria condizionata ha già risolto metà del problema… Purtroppo chi non ce l’ha lotta con pentole bollenti che emanano altro calore aggiunto e umidità! Consoliamoci, presto questo caldo finirà…

Aiutiamoci con l’alimentazione mangiando cose fresche e ricche di vitamine, sali minerali. Verdura cruda è l’ideale!

 

Questa ricetta partecipa alla raccolta del Gluten Free Travel & Living per il Gluten Free (fri)day

img_9936.jpg

 

Non avevo mai provato a fare una pasta così semplice, complice il frigo quasi vuoto. Mi sono innamorata! A volte le cose scontate non si fanno mai..

 

vasetto close up

 

Vitamine A e C, antiossidanti, betacaroteni… e molto altro!

 

Ingredienti per 2 persone

Facilissimo – tempo di preparazione 15 minuti

  • 200 gr di pasta (quella che preferite, io ho usato le mezze penne Rummo)
  • circa 15/20 pomodorini misti colorati (gialli, rossi, verdi)
  • 1 carota viola (va bene anche la classica)
  • basilico fresco
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 Avocado maturo
  • sale e olio evo

 

Preparazione

  1. Metti su l’acqua per la pasta e poi appena bolle cuoci la pasta per il tempo indicato sulla confezione. Scolala e lasciala raffreddare con un goccio di olio per non farla attaccare.
  2. Nel frattempo prepara l’insalata di pomodorini, lava tutta la verdura ed asciugala, poi taglia i pomodorini a spicchi, sbuccia la carota e fai le striscioline con un pelapatate, pela l’avocado e taglialo a cubetti, infine affetta fine fine la cipolla (vedi tu quanta usarne) condisci tutto con olio e sale e mescola.
  3. Mescola la pasta con le verdure condite e aggiungi basilico a piacere!
  4. Servi tiepida o fredda.

Buona estate

Silvia

vasi

 

 

Torta pesche e cocco

Torta pesche e cocco

cover

 

 

In casa Gluten Free Travel & Living c’è profumo di pesche questo mese di Luglio!

Vuoi partecipare al #GFCalendar con una ricetta? Bene, basta realizzarla con l’ingrediente del mese, questo appunto le pesche, e caricarla sul sito cliccando qui! 

 

 

 

 

Io partecipo con una torta furbissima, si prepara in 10 minuti, si usa come misurino il vasetto dello yogurt (ormai lo trovate spesso nelle mie ricette, più comodo di così!) e in poco avrete una torta buonissima e leggera!

 

Per avere una torta vegana basterà non mettere le uova, senza ulteriori modifiche! 

 

fetta

 

 

Ingredienti per stampo da 22 cm

Facile – 10 min preparazione + 45 cottura

  • 2 uova
  • 1 vasetto di yogurt di soia
  • 1/2 vasetto di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 vasetto di latte di riso
  • 3 vasetti di farina di riso finissima
  • 1 vasetto di farina di cocco
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 vasetti di zucchero di canna
  • 2 pesche noci
  • zucchero di canna per spolverare

 

Suggerimento: Se vi piace la menta potete aggiungere un trito di foglioline nell’impasto!

 

torta fiori

Procedimento

  1. Accendi il forno statico a 180°.
  2. Prepara tutti gli ingredienti a portata di mano, una ciotola, una frusta ed un cucchiaio, poi lava ed asciuga le pesche ed affettale finemente, circa 4/5 mm ogni fettina.
  3. Nella ciotola metti le uova, lo yogurt, lo zucchero e l’olio, mescola bene con la frusta poi aggiungi le farine, un vasetto alla volta e incorpora bene prima di aggiungere il successivo.
  4. Aggiungi il latte e mescola, infine il lievito setacciato e mescola.
  5. Prendi lo stampo della tortiera ed imburralo o ungilo, cospargilo di farina di cocco, poi disponi a raggiera le fettine di pesca, versa il composto e sopra infila le fettine di  pesca avanzate, come per creare una rosa. O come più ti piace! Metti anche una piccola spolverata di zucchero di canna.
  6. Inforna a 180° per circa 45 minuti ma prima di sfornare controlla bene il centro della torta e poi sforna, falla raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

N.b. Ricorda che sotto ci sono le fettine di pesca, puoi sempre decidere di rovesciarla e servirla nell’altro verso!

 

Buona merenda!

Silvia

 

fiore

 

 

 

 

Crackers ai semi

Crackers ai semi

Ecco l’ultimo esperimento H E A L T Y !! I crackers fatti con farine naturali di grano saraceno, farina di avena*, semi e olio extravergine.
Ricette che richiedono un po’ di sacrificio ma il gusto non è sacrificato e ci si può abituare a mangiare bene in maniera più sana!

Questa ricetta è ricca di fibre date dalla farina di avena* senza glutine* e da quella di grano saraceno, per non parlare del contributo nutrizionale dato dai semi misti! I crackers mi sono piaciuti moltissimo, uno snack sano e furbo. Poi ci vuole davvero poco ad impastare e si possono (anzi, si dovrebbero) dare ai bimbi! Potete conservarli per diversi giorni in un contenitore ermetico, ma sono così buoni che non arriveranno a sera, io ve l’ho detto!!!!

Ingredienti

facilissimi – tempo preparazione 20 minuti

  • 50 gr di farina di riso finissima
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 50 gr di farina di avena*senza glutine*
  • 50 gr di olio extravergine
  • 100 ml di acqua
  • Una manciata di semi misti (lino, girasole, sesamo nero, o ciò che preferite)
  • Qualche pizzico di sale

 

 

Procedimento

  • Miscela in una ciotola le farine e i semi poi aggiungi l’olio e mescola bene infine acqua e sale.
  • Impasta e stendila con il matterello fino ad averla sottile, per fare i quadrati uguali ho usato il tagliapasta a doppia rotella
  • Fora ogni crackers con la forchetta e salate con fiocchi di sale.
  • Cuoci a 150º per 20 min ma controlla sempre che non si brucino! Devono essere dorati.

 

Questa ricetta io l’ho usata anche per fare la base di una torta salata buonissima!!!! Quindi direi che è molto versatile, provate anche voi!

 

Questa ricetta partecipa al Gluten Free (fri)day del Gluten Free Travel & Living! Clicca QUI per partecipare anche tu o sfoglia la grande raccolta di ricette!!!

 

Alla prossima ricetta!!!

Silvia

Crema di carote viola e pastinaca

Crema di carote viola e pastinaca

 

 

Avete mai visto quante carote esistono? Ogni tanto ne scopro una nuova! Che meraviglia la natura. Al mercato mi sono imbattuta in splendide carote viola e, come sempre, mi sono fatta affascinare dal loro colore, quindi, per assaporarle al meglio, ho voluto fare qualcosa di semplice che facesse parlare il loro gusto. Inoltre ho trovato della pastinaca, o carota bianca, dolce ma dalla consistenza più asciutta, quasi farinosa, ideale per un purè, una crema da accompagnare pesci e carni, oppure da aggiungere a questa vellutata.

Il gusto è diverso dalle carote comuni, normalmente una vellutata di carote mi stomaca, ma questa no! Quindi facciamo il pieno di fibre e via!

 

ingredienti per 4 persone

Facile – tempo preparazione 25 min.

  • 1 mazzo di carote viola (8/10)
  • 2 pastinache (o carote bianche)
  • 1 cipolla
  • olio, sale
  • rosmarino fresco
  • yogurt greco
  • curcuma

Procedimento

  1. Lava e sbuccia le carote viola e la pastinaca, poi fai dei pezzetti grossolani, mettili in un tegame con un pochino di olio, cipolla, un pizzico di curcuma ed un rametto di rosmarino poi copri con abbondante acqua. Aggiungi un po’ di sale e porta ad ebollizione, fai cuocere per circa 15 minuti.
  2. Togli il rametto del rosmarino poi togli quasi tutto il brodo che si è formato e tienilo da parte, prendi il frullatore ad immersione e frulla le carote, aggiusta la densità aggiungendo il brodo man mano che frulli.
  3. Servi con un cucchiaio di yogurt greco e qualche crostino senza glutine.

 

Alla vostra salute!

Silvia